P1090098
Purtroppo, per questa volta, non annunceremo la replica degli incredibili sold-out dei due treni speciali a vapore effettuati lo scorso novembre: siamo infatti costretti a comunicare che, a causa del mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti necessario alla conferma del treno, non si effettuerà il "Brutia Express - Natale a Vapore" previsto per domenica 20 dicembre. Specifichiamo ovviamente che, i costi di effettuazione di un treno speciale a vapore, non sono irrisori, e con le tariffe a persona dai noi stabilite, si rientra nelle spese quando si raggiunge un riempimento del convoglio pari circa all'80%. Una percentuale che, chiaramente, deve essere raggiunta con anticipo rispetto alla data dell'evento, in modo da poter confermare o disdire per tempo l'effettuazione stessa del treno a vapore.

Tale situazione si è venuta a creare a causa del mancato raggiungimento di un accordo con Ferrovie della Calabria, relativo alla costituzione di un calendario di date - per lo meno semestrale - , che sarebbe stato necessario per la promozione anticipata di una serie di treni storici (ne avevamo previsto in media uno al mese). Allo stato attuale, infatti, la società FdC, per questioni legate all'esercizio ed alla manutenzione dell'infrastruttura, riesce a garantire l'effettuazione di singoli treni richiesti volta per volta, con l'impossibilità, tra l'altro, di avere da parte dell'azienda il nulla osta all'effettuazione, con almeno un mese di anticipo...tempo utile per promuovere i treni ed organizzare a dovere gli eventi correlati: ci si ritrova quindi a pubblicizzare il "Brutia Express" a non più di due settimane dal giorno di effettuazione, senza garanzia alcuna di riempimento del convoglio, di copertura dei costi... e di conseguenza di conferma dello stesso da parte nostra.
In ogni caso, non ci demoralizziamo: realizzare il calendario semestrale o annuale dei treni storici "Brutia Express" sulla linea Cosenza - Rogliano, e ripristinare la Ferrosilana tra Camigliatello e San Giovanni in Fiore, rimangono due obiettivi primari dell'Associazione Ferrovie in Calabria. L'obiettivo antecedente ai due elencati, era quello di far tornare a sbuffare la mitica vaporiera FCL 353...e dal marzo 2014 questo sogno, seppur tra tante difficoltà, è diventato una bellissima realtà.

Dopo gli storici successi del "Treno del Vino e dei Sapori Silani" tenutisi l'8 ed il 29 novembre, non si poteva non tornare a sbuffare...a Natale! Sempre in collaborazione con le Ferrovie della Calabria e con il Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori di FdC, ripeteremo infatti l'iniziativa, per dar la possibilità a tutti coloro che hanno trovato i treni precedenti sold-out, di vivere l'esperienza unica di un viaggio in treno a vapore sulla rete delle storiche Ferrovie Calabro Lucane. Anche questa volta effettueremo il viaggio di andata, da Cosenza Centro a Rogliano, a bordo dei moderni convogli Stadler di Ferrovie della Calabria, ed una volta giunti a Rogliano ammireremo la giratura sulla piattaforma della FCL353, e le manovre di composizione del convoglio. A Rogliano, inoltre, si terranno alcune degustazioni in stazione,0001 - Copia la visita guidata del centro storico, e sarà anche possibile pranzare in ristorante convenzionato. Sulla via di Cosenza ci fermeremo a Pedace, dove verrà effettuato il rifornimento idrico della vaporiera. Il viaggio si concluderà alla stazione di Cosenza Centro alle ore 17.00, e da qui, assieme alla guida del cantastorie William Gatto che ci accompagnerà per tutta la giornata, si raggiungeranno i Mercatini di Natale, e successivamente si visiterà anche il centro storico del capoluogo bruzio.

Nota importante: l'iniziativa verrà svolta esclusivamente al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti, e potrà essere annullata entro giorno 17 dicembre, se questo obiettivo non verrà raggiunto. 

Nello specifico, il programma sarà il seguente:

- Ore 9.15: ritrovo viaggiatori e check in presso stazione FC di COSENZA CENTRO (vicino CC "I Due Fiumi" Piazza Matteotti);
- Ore 10.00: partenza trasferimento con treno diesel verso Rogliano. A bordo del treno, intrattenimento del cantastorie William Gatto;
- Ore 10.30: arrivo a Rogliano, degustazione prodotti locali, tra cui il famoso pane di Cuti e vini locali, visita guidata centro storico;
- Ore 13.00: pausa pranzo (possibilità di pranzo presso strutture convenzionate, su prenotazione, non compreso nel biglietto);
Prima della partenza si potrà assistere alla classica giratura della locomotiva e le manovre di composizione del treno.
- Ore 15.30: partenza treno storico da Rogliano per Cosenza;
- Ore 17.00: arrivo previsto a Cosenza, visita ai mercatini di Natale e percorso teatrale al centro storico.

NOTE:
- E' obbligatorio effettuare la prenotazione dei posti contattando gli Organizzatori tramite telefono, mail o facebook indicati nei dettagli e nella locandina;
- Il contributo a persona include: trasferimento a Rogliano, viaggio in treno a vapore, degustazioni enogastronomiche, visita guidata e accompagnamento con guida-cantastorie.
- Il contributo a persona non include il pranzo (vedi "EXTRA");
- L'evento è in attesa di essere confermato da parte della Direzione delle Ferrovie della Calabria, che ne sta valutando la fattibilità tecnica;
- Il treno verrà effettuato solo al raggiungimento di un numero minino di partecipanti. L'eventuale annullamento verrà comunicato entro il 16 dicembre;
- Il treno si effettuerà a prescindere dalle condizioni atmosferiche;
- Per gruppi superiori ai 10 partecipanti, sono disponibili tariffe agevolate.

EXTRA:
L'associazione Ferrovie in Calabria ha stipulato una convenzione con il ristorante Dragon di Rogliano. Sarà infatti possibile pranzare al costo di 13 euro, quota che include il seguente menu:

- Cannelloni ricotta e spinaci;
- Pollo al forno
- Contorno di patate 'mbacchiuse e insalata mista
- Dolce della casa e acqua

Per prenotare al ristorante, telefonare al numero 339.4532093

MODALITA' DI CONFERMA PRENOTAZIONE:
E' necessario contattare l'organizzazione comunicando il numero di posti da prenotare, l'età dei partecipanti ai fini tariffari, i nominativi dei partecipanti con relativo luogo e data di nascita, ed un numero di telefono cellulare da contattare in caso di aggiornamenti nei giorni antecedenti l'evento;
Una volta che verrà confermato l'evento, sarà nostra cura contattarvi al numero che ci avrete indicato, per completare la vostra prenotazione tramite versamento anticipato del proprio contributo di partecipazione nelle seguenti possibili modalità:

- Bonifico Bancario intestato a 'Associazione Ferrovie in Calabria', IBAN: IT74 J076 0104 4000 0101 9334 646;

- Bollettino Postale al Conto numero 001019334646, intestato a 'Associazione Ferrovie in Calabria'.

Per contattarci e prenotare i vostri posti, potete scriverci all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o telefonarci al numero:
+39 349.8733088, dalle ore 9.00 alle ore 12.30, e dalle ore 15.00 alle ore 20.00

VI ASPETTIAMO!! 

Immagine

Meno di tre settimane dallo scorso 8 novembre, e rieccoci con un nuovo "fragoroso" sold-out in pochissimi giorni! Il "Treno del Vino e dei Sapori Silani", che abbiamo organizzato lo scorso 8 novembre, ci ha lasciato in eredità una notevole lista d'attesa: e proprio per coloro che non hanno trovato posto sulle vetture a terrazzini di Ferrovie della Calabria, trainate dalla mitica vaporiera FCL353, abbiamo deciso di replicare l'iniziativa, che si terrà questa domenica, 29 novembre. 
L'unico problema (se così possiamo definirlo), è che anche questa volta abbiamo una lista d'attesa...con la differenza che è ancora più lunga di quella dell'8 novembre!

Ecco quindi dimostrato, con i fatti, cosa rappresenta per l'intera regione e nel caso specifico per il territorio del cosentino e della Sila, il famoso treno a vapore delle Ferrovie della Calabria. Una vaporiera di 90 anni fa, assieme alle sue fide vetture Carminati&Toselli, unite ad una storica linea ferroviaria, ad un territorio inviditato dal mondo intero e dalla nostra cucina e tradizioni, possono far ripartire l'economia di un intero territorio.
E non immaginiamo (si fa per dire...) cosa significherebbe, per la Sila, il ripristino della tratta ferroviaria Camigliatello - San Giovanni in Fiore, e dei relativi treni turistici: noi dell'Associazione Ferrovie in Calabria siamo certi che le nostre battaglie per il ripristino della "Ferrosilana" porteranno presto buoni frutti, e potremo di nuovo sentir risuonare il fischio della FCL353 tra i maestosi boschi della "Silva Brutia", divenendo un'unico suono con l'affascinante uluato del lupo silano.

A domenica!

Immagine2

P1090246

Ieri mattina, un nostro caro amico tedesco appassionato di treni e ferrovie, al cospetto della vaporiera FCL 353 in pressione, ci ha detto: "due treni a vapore in Calabria in un mese, come ai bei tempi...incredibile, è bellissimo!"

Questa espressione di stupore e felicità, giunta addirittura oltre i confini nazionali italiani, rende l'idea del già importantissimo risultato che l'Associazione Ferrovie in Calabria ha raggiunto: abbiamo fatto ripartire i servizi turistici a vapore sulla rete di Ferrovie della Calabria, e per la prima volta all'interno dello stesso mese, ne abbiamo organizzati due...andati in pochissimi giorni sold-out, con oltre 130 partecipanti. Come ormai noto, per il momento i treni speciali vengono effettuati sulla tratta Cosenza - Rogliano - Cosenza, con l'obiettivo di far ripartire in tempi brevi anche la Ferrosilana, tra Camigliatello e San Giovanni in Fiore. 
Ed il fido cartellone che da agosto "ci segue" in occasione dei nostri eventi, qui ripreso in una foto ricordo proprio con l'amico Armin, che dalla Germania appoggia la nostra causa, parla chiaro! 

IMG-20151130-WA0019
Il programma del Brutia Express - Treno del Vino e dei Sapori Silani che si è tenuto ieri, ha rispecchiato quello di inizio novembre, il quale reportage dettagliato è consultabile cliccando qui . Ma dopo le due esperienze in versione "autunnale", non potrà ovviamente mancare il Brutia Express natalizio, al momento in corso di pianificazione assieme alle Ferrovie della Calabria: a proposito di questo nuovo treno speciale, daremo notizie e programmi dettagliati non appena ci giungerà il via libera dalla dirigenza dell'azienda di trasporto pubblico calabrese. Via libera che, ovviamente, dovrà arrivare in tempi relativamente brevi: chiaramente, se così non sarà, diventerà difficoltoso confermare ed organizzare l'evento (che appunto avrà un programma diverso dai due treni di novembre) in poco più di due settimane!
Ed a proposito di Ferrovie della Calabria, il nostro auspicio è quello di far divenire il Brutia Express un appuntamento fisso (in attesa di ritornare a tutto vapore anche in Sila), visto il successo sempre crescente dell'iniziativa. Chiariamo però che questo piccolo "sogno", condiviso ormai da centinaia di persone in lista d'attesa ormai da mesi, non potrà realizzarsi se proprio da parte di Ferrovie della Calabria, non ci sarà un piccolo sforzo organizzativo, tale da permettere una pianificazione a lungo termine dei treni a vapore. L'obiettivo dovrà infatti essere quello di una calendarizzazione, per lo meno semestrale, che indubbiamente risulterà molto più funzionale in termine di gestione degli eventi non solo per noi di Associazione Ferrovie in Calabria, ma anche per la stessa azienda...senza dimenticare che, anche tutti coloro che vorranno partecipare, potranno conoscere con debito anticipo (e non poche settimane prima!) le domeniche in cui la FCL353 tornerà a sbuffare. 
Su questo tema, perciò, lavoreremo duramente...anche assieme ad un nuovo ed importante partner che potrebbe affiancarsi all'Associazione Ferrovie in Calabria, per la promozione del Brutia Express e del futuro Treno Verde della Sila. 
Seguiranno aggiornamenti!

Un ringraziamento per l'aiuto nell'organizzazione dell'evento e per la disponibilità, gli amici Franco Laratta e Giuseppe Giudiceandrea, Francesco Pezzi del Comune di Pedace, il Direttore Generale di Ferrovie della Calabria Giuseppe Lo Feudo e il Direttore d'Esercizio Santo Marazzita, ma soprattutto coloro senza in quali la FCL 353 non potrebbe tornare a sbuffare. Ci riferiamo al Capo Unità Tecnica delle officine di Cosenza e Presidente del Circolo Ricreativo dei Lavoratori FdC, Antonio Massarini, il macchinista ed il fuochista Giuseppe Zumpano e Pietro Urso, il Capostazione di Rogliano Gino Pascuzzo, e tutto il personale di supporto e di scorta al treno storico ed al transfert in treno diesel da Cosenza a Rogliano. Grazie anche a Pina Oliveti che ha organizzato la degustazione del Pane di Cuti alla stazione di Rogliano, a Pasquale Ferrarelli per aver organizzato la piccola sagra del Panino Silano alla stazione di Pedace ed all'amico Federico Ligato che ha filmato il Brutia Express con il suo drone (si intravede in volo nella foto di intestazione).

P1090228

12291719 1114061341937235 8668603860725539853 o

pesa

Si è tenuto questa mattina, presso la Cittadella Regionale di Catanzaro, il terzo appuntamento con il Tavolo Tecnico sui Trasporti, istituito dalla Regione Calabria su forte spinta dell'Assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno. Assieme a noi di Ferrovie in Calabria, presenti anche in rappresentanza dell'Osservatorio dei Trasporti della Provincia di Catanzaro, ci sono state le associazioni Italia Nostra con Teresa Liguori, Dante Alighieri con Anna Cantafora, oltre ad una rappresentanza di Confindustria con Vincenzo Saggese. Ma, ovviamente, non è mancata la rappresentanza delle associazioni dei pendolari con Associazione Pendolari Jonica (Antonio Lombardo), Comitato Italiano Utenti Ferrovie Regionali con il Prof. Domenico Gattuso assieme ad un rappresentante dell'associazione Ethos di Reggio Calabria, e Comitato per la Ferrovia Jonica con Grazia Pellegrino. 
In occasione di questo nuovo incontro, l'Assessore Musmanno ci ha aggiornato sui risvolti degli incontri recentemente avuti con Trenitalia e con Rete Ferroviaria Italiana. Nel primo caso, Musmanno ha specificato che a breve verrà avviato l'iter per il saldo del debito contratto dalla Regione Calabria con Trenitalia negli scorsi anni, passo che potrebbe aprire la strada anche all'acquisto di nuovo materiale rotabile. Inoltre, verrà redatta una bozza del nuovo Contratto di Servizio tra Regione e Trenitalia, studiata sulla base del CdS esistente tra Regione Toscana e Trenitalia, che prevede anche l'istituzione di un osservatorio fisso formato dalle associazioni degli utenti, ed il reinvestimento nel trasporto ferroviario di quelle somme di denaro, che potrebbero provenire da penalità che Trenitalia pagherebbe alla stessa Regione, in caso di mancato rispetto di determinati parametri di puntualità, qualità del servizio, materiale rotabile etc.
Brevemente, inoltre, l'Assessore Musmanno ha riassunto le principali caratteristiche di riorganizzazione dell'intero sistema di trasporto calabrese, sia su gomma che su ferro, che punterà principalmente alla rimodulazione ed all'ottimizzazione dei servizi su gomma extraurbani, che dovranno sempre più lavorare in integrazione ai servizi ferroviari ed ai servizi su gomma urbani. Salvo rare eccezioni (ad es. nel caso dei flussi studenteschi), perciò, i bus extraurbani verranno attestati in hub esterni ai grandi centri, come ad esempio nel caso di Cosenza, e la mobilità in ambito urbano verrà assicurata dalle aziende municipalizzate e, dove presente, anche dal trasporto su ferro di Trenitalia e di Ferrovie della Calabria. 
Ma è un concetto che del resto ribadiamo da anni: è assurdo mantenere servizi paralleli urbani ed extraurbani all'interno dei nostri capoluoghi (e non solo), con enorme spreco di denaro pubblico. Basti pensare al caso di Catanzaro, dove dal quartiere di Lido fino in Città, coesistono i servizi di TPL delle società private di trasporto extraurbano, l'AMC che effettua i servizi urbani su gomma, e Ferrovie della Calabria con i propri bus extraurbani...ed ovviamente i propri treni da Catanzaro Lido a Catanzaro Città. 
Ma vale lo stesso discorso, come citato qualche rigo più in alto, a Cosenza (dove verrà risolto l'eterno contenzioso del TPL tra Cosenza e Rende UNICAL), a Reggio Calabria o a Crotone. Ed il tutto divene ancor più necessario al giorno d'oggi, vista l'urgenza di ridurre il budget regionale destinato al TPL, purtroppo, di circa 11 milioni di Euro. 
Strettamente legate a questa ottica di rimodulazione, anche le sorti della Ferrovia Jonica. Le intenzioni della Regione Calabria sono infatti quelle di riorganizzare il servizio attraverso il potenziamento delle composizioni, la velocizzazione dei treni Regionali attraverso l'eliminazione di alcune fermate (si spera non in modo spropositato), e la creazione di una maglia di servizi bus che andranno in adduzione al treno, sia sulla costa (collegando quindi le stazioni più piccole dove i treni non fermano e/o non fermeranno), e sia da/per l'entroterra, eliminando ovviamente le sovrapposizioni nette, e le tratte a "lunga percorrenza" intraregionali effettuate tramite bus. Quanto possa essere vincente questa nuova strategia, lo si scoprirà soltanto sperimentandola ed affinandola nel tempo, con l'impegno di non causare "danni" sia economici che di comodità e certezza del servizio all'utenza. Positiva anche la proposta di utilizzo della linea Jonica per fini turistici, ed a tal proposito speriamo si possa concretizzare, in un futuro non molto lontano, anche una forma di collaborazione con la Fondazione FS per l'organizzazione di treni turistici.
A tal proposito, noi abbiamo consegnato nei precedenti appuntamenti con il Tavolo Tecnico, questo documento che traccia una linea guida per il servizio integrato gomma/ferro sul versante Jonico. Relativamente alla linea Jonica, Grazia Pellegrino ha anche fatto notare l'importanza del ripristino della biglietteria ferroviaria di Crotone (più volte annunciato mai mai realizzato). Proposta ovviamente condivisa e ribadita da tempo anche da Teresa Liguori, la quale si è anche soffermata su un ricordo del tragico incidente ferroviario di Crotone, avvenuto proprio il 16 novembre, nell'ormai lontano 1989: il rilancio della linea Jonica dovrebbe essere anche un impegno da concretizzare, per onorare le 12 vittime, tutte pendolari, di quel triste evento. Un altro argomento trattato, seppur non di diretta pertinenza regionale, è stato quello dei servizi a lunga percorrenza, sia sul versante Jonico che su quello Tirrenico. Trenitalia sembrerebbe che, ancora una volta, abbia dimostrato disinteresse verso i servizi "universali", vale a dire InterCity ed InterCity Notte. Nel caso degli InterCity, la Regione Calabria grazie all'impegno dell'Assessore, riuscirà ad offrire ai pendolari dotati di abbonamento regionale, la possibilità di servirsi anche dei treni IC all'interno del territorio calabrese, senza pagamento di sovrapprezzi. Relativamente ai servizi notturni, invece, è stato "proposto" addirittura di valutare l'eliminazione totale dei due treni notte rimasti (InterCity Notte 784-785 Palermo/Siracusa-Milano Centrale vv e 794/795 Reggio Calabria Centrale-Torino PN e vv), sostituendoli con non ben identificati "collegamenti interregionali". Noi di Ferrovie in Calabria abbiamo fatto notare all'Assessore che l'utilità dei collegamenti notturni non è discutibile. La Regione Calabria, piuttosto, dovrebbe iniziare a far notare le assurde anomalie che li caratterizzano, che in alcuni casi sembrano appositamente studiate per rendere non competitivi questi servizi. Un semplice esempio riguarda la coppia di ICN 794/795 Reggio Calabria Centrale - Torino PN via Bologna/Milano che, in senso sud-nord, effettua regolare fermata al mattino a Bologna Centrale...mentre in senso opposto, il treno semplicemente transita da Bologna Centrale...senza effettuare fermata! In pratica un enorme bacino d'utenza viene messo da parte, e non gli viene concesso di servirsi di questo treno che, seppur con orari estremamente assurdi, vanta un buon load-factor. Ma sul tema dei treni notturni, non vogliamo farla molto lunga, e rimandiamo i lettori ad una serie di articoli dedicati che pubblicheremo nei prossimi giorni.
Relativamente alla questione infrastrutturale, invece, l'esito dell'incontro tra l'Assessore Musmanno e Rete Ferroviaria Italiana, è stato tutto sommato positivo. RFI, infatti, attende dalla Regione un documento programmatico sulle prospettive future di traffico sulla linea Jonica, i relativi investimenti regionali e ministeriali, per quanto riguarda i servizi a lunga percorrenza. Chiaramente, se le prospettive avranno una rotta diversa di quella degli ultimi anni (riduzione del traffico), il gestore dell'infrastruttura si è dimostrato pronto a ripristinare le stazioni ferroviarie "semplificate" attraverso il blocco degli scambi tramite ganasce o in alcuni casi anche con l'eliminazione dei binari di incrocio e precedenza. 
In conclusione, nonostante le molte incertezze che ancora caratterizzano il futuro dei trasporti calabresi, non possiamo non segnalare la notevole inversione di tendenza della stessa Regione, probabilmente anche grazie alla visione molto pratica dell'Assessore Musmanno e del suo staff, al quale siamo più che felici di poter dare un contributo operativo, insieme alle tante associazioni che partecipano al Tavolo Tecnico.

IMG-20151116-WA0006

CAM01636 - Copia

Pagina 16 di 23

railbook

#ferrovieDelleMeraviglie
FC FCL 353 Rogliano 2014 08 03 RobertoGalati 3

SCOPRI GLI EVENTI SPECIALI ORGANIZZATI

CON IL TRENO DELLA SILA

NEL RICORDO DEL NOSTRO CARO AMICO MARCO GAGLIARDI...

P1100429

DAI UN CONTRIBUTO ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE
Sostienici

copertina