facebook logo detail google-Plus-icon twitter-icon yt

Ferrovia Tirrenica Meridionale: lavori in corso

P1070490

Anche chi non frequenta l'ambiente ferroviario, che sia per lavoro, studio o passione, ormai non può non notarlo: la ferrovia Tirrenica Meridionale, con particolare riferimento al tratto calabrese, è divenuta ormai una sorta di grande cantiere a cielo aperto. Sono infatti numerosi i punti in cui RFI sta eseguendo importanti lavori di potenziamento infrastrutturale, resi possibili grazie all'utilizzo di fondi strutturali europei della programmazione 2007/2013. 

Dopo aver concluso i lavori di rimodulazione del piazzale di stazione di Eccellente, si sta infatti lavorando a Lamezia Terme Centrale (dove nei prossimi anni verrà installato un modernissimo ACC - Apparato Centrale Computerizzato), Praia-Ajeta-Tortora e Gioia Tauro, per ammodernare il piano regolatore generale di stazione, attraverso la semplificazione degli impianti, l'aumento della capacità dei binari di precedenza, e la velocizzazione delle deviate. A Gioia Tauro, inoltre, nei pressi della radice di stazione lato sud, sono in corso i lavori di costruzione del nuovo ponte sul fiume Petrace, che sorgerà tra l'attuale coppia di ponti ferroviari di RFI, ed il ponte in ferro della linea a scartamento ridotto per Palmi/Sinopoli di Ferrovie della Calabria: la costruzione del nuovo ponte ha reso necessaria anche la progettazione di una notevole variante di tracciato lunga circa tre kilometri, già in costruzione. Lavori in corso stanno interessando anche la stazione di Vibo Valentia-Pizzo, dove si sta costruendo una nuova Sottostazione elettrica, mentre sono in via di potenziamento le SSE di Lamezia Terme Sambiase e Reggio Calabria Gallico. 
Ma si lavora anche tra Palmi e Bagnara, proprio in questi ultimi giorni, per sostituire totalmente l'armamento del binario dispari, al punto da aver reso necessarie alcune modifiche d'orario ai treni Regionali, che potrebbero comunque essere ulteriormente variate/integrate entro il 30 agosto, data in cui dovrebbero concludersi i lavori. 
In questi ultimi giorni persino lo scalo merci di Bagnara sembra ritornato ai vecchi fasti, essendo stato totalmente ripulito e reso agibile nella sua totalità dall'Impresa Francesco Ventura di Paola, che sta eseguendo tutti i lavori lungo la linea Tirrenica: una direttrice di traffico che, al termine di tutti gli interventi in corso e futuri, sarà una sorta di linea ferroviaria ad AV/AC alimentata a 3000 V, alla stregua della Linea a Monte del Vesuvio Salerno - Napoli. La Calabria verrà quindi dotata di un'appendice ferroviaria di standard europeo, che non dovrà però rappresentare il termine ultimo della "cura del ferro" nella nostra regione, ma piuttosto un punto di partenza per il rilancio infrastrutturale della Ferrovia Jonica (al contrario della Tirrenica, martoriata dal piano di "right sizing" di RFI), della linea Catanzaro Lido - Lamezia Terme Centrale con la costruzione della bretella per l'Aeroporto, e del sistema di traghettamento ferroviario sullo Stretto di Messina. Con la speranza che, nel frattempo, questa "super-Tirrenica" che permetterà di andare da Lamezia Terme a Roma in 3 ore e 30 minuti in Frecciargento, venga almeno valorizzata nei traffici ferroviari viaggiatori e merci, e che la si renda fruibile anche dal versante Jonico con buoni servizi regionali.

P1070494

P1070190