facebook logo detail google-Plus-icon twitter-icon yt

Ferrovia Jonica: nascerà a Caminia una nuova fermata

D445 1140 IC562 Montepaone 2015 07 03 RobertoGalati

Nuove buone notizie per la Ferrovia Jonica, relativamente alla mobilità turistica: dopo anni di nostre battaglie a tal proposito, nascerà infatti una nuova fermata ferroviaria a servizio dell'ambita Baia di Caminia, adiacente alla ben nota Pietragrande, perla del soveratese. La nuova fermata, posta tra la stazione di Squillace e la fermata di Montepaone-Montauro, ricadrà nel territorio comunale di Stalettì, e renderà maggiormente fruibile un luogo simbolo del turismo balneare della fascia jonica calabrese, ma che a causa degli stretti spazi disponibili, è da sempre di difficile accessibilità con il mezzo privato. La ferrovia Jonica si trova a poche decine di passi dalla spiaggia: quale modo migliore, se non in treno, per raggiungere questo luogo in modo economico, sicuro ed ecosostenibile? 


La nostra proposta, negli scorsi mesi, ha trovato totale condivisione da parte della Regione Calabria ed in particolar modo da parte dell'Assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno: l'interlocuzione con Rete Ferroviaria Italiana, nel contesto relativo agli investimenti per il rinnovo e l'elettrificazione della Ferrovia Jonica, ha fatto in modo che venissero reperite le risorse necessarie alla costruzione di questa importante infrastruttura. La richiesta a RFI da parte della Regione Calabria, è di realizzare le infrastrutture necessarie per gestire la fermata entro la prossima stagione estiva.
Il nostro auspicio è che questo trend positivo prosegua con la costruzione di nuove fermate a servizio anche dei principali siti archeologici jonici, nella maggior parte dei casi adiacenti alla linea ferroviaria, come nel caso per esempio del Museo Nazionale di Locri Epizefiri, o del parco archeologico di Kaulon nei pressi di Monasterace: in pratica, la realizzazione della Ferrovia della Magna Grecia. 

baia di caminia

Ecco un nostro render relativo alla proposta di costruzione della fermata di Caminia:
render2018

 

Riportiamo di seguito il comunicato ufficiale della Regione Calabria:

È stata una scelta strategica precisa della Regione Calabria quella di investire sul trasporto su ferro. In particolar modo, sulla linea ionica siamo ormai prossimi all'avvio della prima fase dell'elettrificazione della liea, dopo avere impegnato significative risorse, circa 500 milioni di euro, per ammodernare la tratta e rendere finalmente efficiente il servizio di trasporto ferroviario anche su questa linea. Ma in un territorio affascinante come la Calabria, la ferrovia non è solo un mezzo di trasporto per i pendolari. Può infatti diventare un grande strumento di promozione turistica. "Mi sono convinto di tutto ciò - afferma il presidente Mario Oliverio - ancora di più l'altro giorno quando ho visitato la stupenda baia di Caminia, nel comune di Stalettì. Lì prevediamo di realizzare una fermata sulla linea ferroviaria jonica che consentirà di raggiungere direttamente la spiaggia a piedi". Nelle scorse settimane l'Assessore Musmanno ha avuto modo di incontrare i vertici regionali di RFI per discutere del tema delle nuove fermate ferroviarie da realizzare in Calabria. Sulla fermata di Caminia si è tenuto anche un primo confronto in Regione tra lo stesso Assessore e il sindaco e il vicesindaco di Stalettì. La richiesta a RFI è di realizzare le infrastrutture necessarie per gestire la fermata entro la prossima stagione estiva. "In tal modo - conclude il presidente Oliverio – si potrà offrire in tempi rapidi una migliore, più comoda e più conveniente alternativa di trasporto rispetto all'autovettura personale per consentire ai turisti balneari di accedere a questa perla della Jonio che è Caminia". f.d.