Collegamenti diretti Jonica - Lamezia Terme Centrale: c'è ancora (molto) da fare!

Uno dei nostri più importanti cavalli di battaglia, dopo ovviamente l'elettrificazione completa di tutto il corridoio Jonico (e, come ben sappiamo, manca ancora il finanziamento per l'avvio dei lavori di elettrificazione sulla tratta Catanzaro Lido - Melito di Porto Salvo), è l'istituzione - o meglio il ripristino, visto che fino al 2009 ciò era la normalità - di un servizio di treni Regionali cadenzati tra tutta la fascia jonica calabrese e la stazione di Lamezia Terme Centrale, senza rottura di carico a Catanzaro Lido. I motivi, sono ovviamente scontati: il versante jonico calabrese soffre un isolamento ormai atavico, anche a causa della soppressione, anni orsono, dei collegamenti Intercity, Intercity Notte ed Espresso che collegavano questi territori con il resto d'Italia, offrendo anche servizio letti e cuccette. Ad oggi, infatti, l'unico "sbocco" della fascia Jonica calabrese con i servizi a lunga percorrenza, sono le due coppie di Intercity (comunque dignitose, con vetture finalmente idonee, tipo UIC-Z) che collegano Reggio Calabria Centrale a Taranto in coincidenza con treni IC ed ICN da/per Roma Termini e Milano Centrale. Certo, il nostro obiettivo resta sempre quello di ottenere il ripristino - realizzabile a costo zero attraverso l'unificazione con l'esistente IC 562/559 RC-TA e vv - del collegamento diretto Intercity Notte tra Reggio Calabria Centrale e Milano Centrale via Jonica.
Ma, ciò che sarebbe di più rapida realizzazione, sarebbe proprio il ripristino di un'offerta commerciale regionale che possa offrire alla fascia jonica calabrese un collegamento diretto, distribuito su tutta la giornata, con Lamezia Terme Centrale, principale hub dei trasporti calabrese grazie alla presenza dell'Aeroporto Internazionale, tra l'altro collegato comodamente con la stazione Centrale attraverso un servizio bus navetta cadenzato ogni 30 minuti ed utilizzabile con biglietto integrato di Trenitalia, con origine/destinazione "Lamezia Terme Aeroporto". 
Indubbiamente in questi ultimi anni alcuni passi in avanti su questo tema sono stati compiuti, grazie all'impegno della Regione Calabria ed alla disponibilità della Divisione Passeggeri Regionale Calabria di Trenitalia, anche alla luce della firma del nuovo Contratto di Servizio Regione Calabria  - Trenitalia di 15 anni. Ormai un mese fa veniva infatti istituita una terza coppia di treni diretti tra la Locri e Lamezia Terme Centrale...ma parliamo appunto, ancora oggi, di sole 3 coppie. Analogo problema in direzione Crotone, dove non sono più di due e mezza le coppie di treni dirette.
E, tutto ciò, crea ovviamente problematiche molto gravi, come nel caso di quella che, attraverso pec inviata anche agli organi istituzionali preposti, ci segnala Luigina La Rizza, consulente web marketing turistico che quotidianamente si serve dei collegamenti Regionali tra Soverato e Lamezia Terme Centrale, con tutte le difficoltà del caso, in primis per quanto riguarda le coincidenze non garantite a Catanzaro Lido. Di seguito il testo della pec ricevuta:

"la presente per comunicare che in data odierna per l'ennesima volta, il treno in partenza da Catanzaro Lido (3820 delle 9.50) non ha atteso l'arrivo del treno in ritardo di 25 minuti proveniente da Reggio Calabria e diretto al capoluogo (treno 3664 delle 9.27 in partenza da Soverato) comportando per me e per altri 7 viaggiatori dei grandi problemi a causa di altre coincidenze con treni diretti verso il nord Italia e voli in partenza da Lamezia Terme.
A causa di questo disservizio da parte di Trenitalia due coppie hanno deciso di prendere un taxi pagando 60 euro per raggiungere l'aeroporto di Lamezia Terme mentre i restanti, grazie all'intervento dell'addetto alla biglietteria della stazione di Catanzaro Lido, sono stati accompagnati a Lamezia Terme da un taxi.
Ora mi chiedo per quale motivo i passeggeri provenienti da Reggio e tutta la costa ionica devono essere penalizzati, nonostante abbiano anche loro delle coincidenze con altri treni e aerei, rispetto a coloro che partono da Catanzaro Lido e sono diretti alla stazione di Lamezia Terme? Perchè i treni della tratta Catanzaro Lido-Lamezia Terme sono intoccabili? Come mai non ci sono più treni diretti dalla ionica per Lamezia Terme come fino a 10 anni fa ma è sempre necessario fare il cambio a Catanzaro Lido? Avete idea di come questa situazione abbia delle gravi ripercussioni sul turismo in Calabria oppure no?

Per quanto sopra esposto rimango in attesa di un celere riscontro in merito da parte degli uffici competenti in indirizzo.

Distinti saluti

Luigina La Rizza"


Noi non possiamo quindi che rilanciare la nostra proposta, già presentata nel dettaglio lo scorso anno, con un semplice schema di cadenzamento che preveda l'alternanza di treni diretti da/per Lamezia Terme Centrale sia in direzione Reggio Calabria Centrale via Roccella Jonica, che in direzione Sibari via Crotone, senza rottura di carico a Catanzaro Lido. Su proposta della dott.ssa Larizza, inoltre, ci faremo promotori di una raccolta di firme (vedremo attraverso quale modalità) per chiedere la realizzazione di quanto da noi proposto, al fine di offrire alla fascia jonica calabrese quella continuità territoriale perduta ormai 10 anni fa, e solo parzialmente recuperata dopo tanti anni di battaglie: oggi non ci sono più scuse per rimandare ciò, dopo la tanto attesa normalizzazione contrattualistica ed economica tra la Regione Calabria e Trenitalia.

Roberto Galati

railbook

#ferrovieDelleMeraviglie
FC FCL 353 Rogliano 2014 08 03 RobertoGalati 3

SCOPRI GLI EVENTI SPECIALI ORGANIZZATI

CON IL TRENO DELLA SILA

NEL RICORDO DEL NOSTRO CARO AMICO MARCO GAGLIARDI...

P1100429

DAI UN CONTRIBUTO ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE
Sostienici

copertina