facebook logo detail google-Plus-icon twitter-icon yt

500 milioni di Euro per la Nuova Ferrovia Jonica: il 17 maggio la firma del contratto Regione-RFI

D445 1140-IC562-Montepaone-2015-07-03-RobertoGalati

Un evento storico per la Calabria, e soprattutto per la Ferrovia Jonica, la prima costruita nella nostra regione ed aperta all'esercizio nel lontanissimo 1875. Una tratta ferroviaria di fondamentale importanza, importanza purtroppo in gran parte persa negli ultimi 20 anni a causa di errate strategie di trasporto regionali e nazionali, ma che, finalmente, sembra "rialzare la testa"! Grazie al forte impegno della Regione Calabria ed in particolare degli Assessori alla Logistica ed alle Infrastrutture, rispettivamente i Professori Francesco Russo e Roberto Musmanno, infatti, circa 500 milioni di Euro sono stati stanziati dallo Stato per il rinnovo integrale della Ferrovia Jonica, che già viene definita la "Nuova Ferrovia Jonica". Un rinnovo che riguarderà sia l'ambito infrastrutturale (ne abbiamo già parlato in questo articolo relativo ai primi importanti interventi che partiranno a giugno), sia quello dei servizi e del materiale rotabile, con investimento iniziale (all'interno dei 500 totali) di circa 50 milioni di Euro di fondi destinati proprio all'acquisto di nuovi treni. 
Si tratta probabilmente di uno dei maggiori investimenti dedicati alla Taranto - Reggio Calabria, dall'Unità d'Italia. Gli altri interventi più importanti che vogliamo ricordare, sono avvenuti a cavallo tra gli anni '80 e gli anni '90, con l'installazione del Controllo del Traffico Centralizzato (con relativi interventi su tutto il segnalamento, impianti di sicurezza, piazzali delle stazioni) e l'elettrificazione della Sibari - Taranto. 
Inizialmente si interverrà su 280 km di linea, con velocizzazione della stessa tramite l'istituzione del rango di velocità C, eliminazione dei passaggi a livello privati (pericolosi e forieri di rallentamenti fissi alla circolazione ferroviaria) e istituzione di viabilità alternative in sostituzione, rinnovo dell'armamento, sostituzione deviatoi nelle stazioni, ripristino funzionalità delle stazioni fermascambiate, interventi di messa in sicurezza e predisposizione all'elettrificazione per la galleria di Cutro, rinnovo dei passaggi a livello automatici, interventi di rinnovo ai fabbricati viaggiatori. 
Di tutto ciò si discuterà il prossimo 17 maggio, alla Cittadella Regionale, all'iniziativa che vedrà la firma del contratto tra Regione Calabria con il Presidente Oliverio ed RFI (rappresentata dall'AD Maurizio Gentile), alla presenza del Ministro dei Trasporti Graziano Del Rio. E, ovviamente, l'Associazione Ferrovie in Calabria non mancherà all'evento, per festeggiare questo importante traguardo raggiunto dopo anni di nostre battaglie, condivise con tante altre associazioni e movimenti del territorio. Un traguardo però intermedio, poichè il prossimo, obbligato e necessario, non potrà che essere l'elettrificazione della Melito - Sibari, per la quale ormai, dopo gli interventi propedeutici dei prossimi mesi che la renderanno possibile, non potrà più attendere. 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo