25507782 10214185226441255 673944568801616506 n

A pochi giorni dall'attivazione della rinnovata stazione ferroviaria di Corigliano, nella quale sono stati compiuti da Rete Ferroviaria Italiana importanti lavori di ristrutturazione, costruzione del sottopassaggio e miglioramento dell'accessibilità da parte dell'utenza a ridotta mobilità, i primi atti vandalici purtroppo non si sono fatti attendere. Una vergogna assoluta, l'ennesima prova di come spesso, quelle colpe e quei disservizi che l'utenza addebita al gestore dei servizi ferroviari e delle infrastrutture, sarebbero piuttosto da ricercarsi nei comportamenti animaleschi di molti, troppi concittadini spesso di giovane e giovanissima età. Sottopassaggi usati come latrine e danneggiati, muri imbrattati, obliteratrici ed emettitrici dei biglietti manomesse: è per caso colpa di RFI, o è invece colpa di chi non sa vivere civilmente, facendosi forte della mancanza di impianti di videosorveglianza, ma soprattutto dell'assenza di pesanti sanzioni non solo pecunarie, nei (rari) casi in cui queste persone vengono colte sul fatto? 
La nostra speranza, e ci faremo portavoci di ciò, è che al più presto vengano installati impianti di videosorveglianza a protezione delle stazioni (non solo per tentare di scongiurare gli atti vandalici, ma anche atti ben peggiori), che ricordiamo essere ben comuni, anche con il contributo dei Comuni, sui quali territori insistono gli impianti ferroviari a servizio di tutti i cittadini. Ma, soprattutto, il nostro auspicio è che a partire dalle scuole primarie, si ritorni a studiare seriamente l'educazione civica, visto e considerato lo stato barbarico in cui vivono troppi ragazzi di giovanissima età, in gran parte autori di questi atti vandalici. Tra l'altro, sarà anche l'educazione civica, incentrata ovviamente sui temi ferroviari, uno degli argomenti che inseriremo all'interno del progetto "Scuola - Ferrovia" che l'Associazione Ferrovie in Calabria si sta apprestando ad avviare. 

IMG-20171219-WA0047

IMG-20171219-WA0048

IMG-20171219-WA0049

26026141 10214225628131272 527875324460876840 o

sciopero ferrovie

Sciopero personale Gruppo FS Italiane domenica 17 dicembre

Dalle ore 09.00 alle ore 17.00 di domenica 17 dicembre 2017 è stato indetto uno sciopero nazionale del personale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.
 
Le Frecce circoleranno regolarmente.

L’agitazione sindacale potrà comportare ulteriori modifiche al servizio anche prima dell’inizio e dopo la sua conclusione.

Sarà garantito il collegamento tra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino con il servizio “Leonardo Express” o con autobus sostitutivi.

Per i treni a lunga percorrenza sono previste modifiche al programma di circolazione riportate di seguito:

Programma di circolazione di sabato 16 dicembre 2017

TRENOPARTENZAARRIVONOTE
ICN 35959 ROMA TERMINI (p. 23.00) SIRACUSA (a. 11.21) Limitato a Villa S.Giovanni.

Programma di circolazione di domenica 17 dicembre 2017

TRENOPARTENZAARRIVONOTE
IC 721 MESSINA CENTRALE (p. 15:55) SIRACUSA (a. 18:29) CANCELLATO
IC 722 SIRACUSA (p. 7:32) MESSINA CENTRALE (a. 9:56) CANCELLATO
IC 723 ROMA TERMINI (p. 7:26) PALERMO CENTRALE (a. 19:10) CANCELLATO
IC 728 PALERMO CENTRALE (p. 7:00) ROMA TERMINI (a. 18:34) CANCELLATO
ICN 1954 PALERMO CENTRALE (p. 18:48) MESSINA CENTRALE (a. 21:55) CANCELLATO
ICN 1956 SIRACUSA (p. 19:10) ROMA TERMINI (a. 7:13) Originario da Villa S. Giovanni.
ICN 1961 MESSINA CENTRALE (p. 8:37) PALERMO CENTRALE (a. 11:57) CANCELLATO


Informazioni: www.fsnews.it e www.rfi.it,  uffici informazioni e assistenza clienti, biglietterie, call-center Trenitalia 89.20.21* e Numero verde 800-892021 (attivo dalle ore 9.00 di sabato 16 alle ore 22.00 di domenica 17 dicembre 2017).

* da comporre senza prefisso. Per accedere da rete fissa va richiesta l'abilitazione permanente al proprio gestore telefonico. Costo da telefono fisso: scatto alla risposta 30 centesimi di euro, costo al minuto 54 centesimi di euro (IVA inclusa). Costo da telefono mobile: in funzione del piano tariffario applicato dal gestore di telefonia mobile.

Treni garantiti in caso di sciopero

Nelle giornate di sciopero Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto predisposti a seguito di accordi con le Organizzazioni sindacali, ritenuti idonei dalla Commissione di Garanzia per l'attuazione della Legge 146/1990.

Sono garantiti, inoltre, alcuni treni a lunga percorrenza, nei giorni feriali e nei festivi.

I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arrivano comunque alla destinazione finale se è raggiungibile entro un'ora dall'inizio dell'agitazione sindacale; trascorso tale periodo, i treni possono fermarsi in stazioni precedenti la destinazione finale.

Oltre alle prestazioni indispensabili, Trenitalia può garantire ulteriori servizi integrativi che vengono opportunamente resi noti attraverso avvisi nelle stazioni ferroviarie, gli organi d'informazione e su questo sito.

Poiché in corso di sciopero potrebbero anche verificarsi variazioni non preventivabili (es.: modifica di itinerario per i treni a lunga percorrenza), i clienti sono invitati a prestare la massima attenzione ai comunicati diffusi nelle stazioni e dagli organi d'informazione.

ETR485 31-ReggioCalabriaCentrale-2013-05-02-RobertoGalati 2

Come annunciato già nelle scorse settimane, dopo anni di battaglie, domani, 10 dicembre 2017, sarà finalmente il tanto atteso giorno in cui la seconda coppia di treni Alta Velocità Frecciargento Reggio Calabria Centrale - Roma Termini e viceversa, inizierà a solcare i binari tirrenici calabresi. Sia chiaro: questo per noi di Associazione Ferrovie in Calabria rappresenta un nuovo punto di partenza e non un punto di arrivo. Punto di partenza per poter ottenere, si spera anche in occasione dell'entrata in vigore dell'orario estivo 2018, un collegamento diretto Frecciarossa tra Reggio Calabria Centrale e Milano Centrale/Torino Porta Nuova. Ma di questo ne parleremo in un articolo specifico!
Tornando al servizio che partirà domani, e che tra l'altro nel giro di pochi giorni dal caricamento sui canali di vendita Trenitalia ha riscosso un enorme successo (già per la giornata di domani, primo giorno di effettuazione, tutti i posti in seconda classe sono esauriti per l'8358 RC - Roma Termini!), ricordiamo brevemente i dettagli di orario:

Frecciargento 8358 Reggio Calabria Centrale - Roma Termini
16:08     -.-  Reggio Di Calabria Centrale
16:22 16:25 Villa S. Giovanni
16:52 16:55 Rosarno
17:22 17:24 Lamezia Terme Centrale
17:49 17:51 Paola
19:22 19:25 Salerno
19:56 19:58 Napoli Afragola
21:00   -.-    Roma Termini

Frecciargento 8351 Roma Termini - Reggio Calabria Centrale
07:22    -.-    Roma Termini
08:23 08:25 Napoli Afragola
08:53 08:56 Salerno
10:29 10:32 Paola
10:58 11:01 Lamezia Terme Centrale
11:27 11:29 Rosarno
11:58 12:00 Villa S. Giovanni
12:15   -.-    Reggio Di Calabria Centrale

24799254 909853849172012 5721278492196577783 o

Il nuovo collegamento verrà effettuato con convogli ETR 485, confermando i tempi di percorrenza più che competitivi tra Reggio Calabria e Roma di poco meno di 5 ore, circa 3 ore e 35 minuti tra Lamezia Terme e Roma, circa 3 ore tra Paola e Roma. Ma la seconda coppia di Frecciargento non è l'unica novità relativa ai servizi de "Le Frecce" in Calabria. Da domani, infatti, debutterà tra Lamezia Terme Centrale e Catanzaro Lido anche il servizio autobus Freccialink, che sarà in coincidenza con entrambe le coppie di Frecciargento a Lamezia Terme Centrale collegando così il Capoluogo di Regione con servizi su gomma dedicati. Oltre alla fermata terminale/origine corsa di Catanzaro Lido, sul piazzale esterno della stazione FS, i nuovi servizi su gomma in coincidenza con le Frecce a Lamezia Terme Centrale, effettueranno fermata anche presso il capolinea della Funicolare di Catanzaro Sala: tale fermata è stata denominata e risulta acquistabile sui canali di vendita Trenitalia come "Catanzaro Freccialink". 

Di seguito ecco gli orari delle due coppie di Freccialink: 

LK 049 Lamezia Terme Centrale - Catanzaro Lido (coincidenza con Frecciargento 8351 - ore 10.58):
11:18 Lamezia Terme Centrale
11:53 Catanzaro Freccialink
12:08 Catanzaro Lido

LK 051 Lamezia Terme Centrale - Catanzaro Lido (coincidenza con Frecciargento 8353 - ore 21.01):
21:21 Lamezia Terme Centrale
21:56 Catanzaro Freccialink
22:11 Catanzaro Lido

LK 048 Catanzaro Lido - Lamezia Terme Centrale (coincidenza con Frecciargento 8352 - ore 8.00)
06:41 Catanzaro Lido
06:58 Catanzaro Freccialink
07:36 Lamezia Terme Centrale

LK 050 Catanzaro Lido - Lamezia Terme Centrale (coincidenza con Frecciargento 8358 - ore 17.24)
16:06 Catanzaro Lido
16:23 Catanzaro Freccialink
17:01 Lamezia Terme Centrale


L'idea di Trenitalia, che tra l'altro effettua a mercato tali servizi bus (non si tratta infatti di collegamenti sovvenzionati da alcun ente pubblico), è sicuramente encomiabile, se non fosse che...servendosi dei treni Regionali, in partenza da Catanzaro Lido e Lamezia Terme Centrale, si hanno coincidenze decisamente migliori con le Frecce, in alcuni casi dai tempi (e costi!) molto più competitivi rispetto ai Freccialink su gomma!
E' il caso per esempio del Frecciargento 8358, che avrà coincidenza sia con il Freccialink in partenza da Catanzaro Lido alle 16.06 ed arrivo alle 17.01 a Lamezia Terme Centrale, che con il Regionale 3828 in partenza da Catanzaro Lido alle 16.23 ed arrivo a Lamezia T.C. alle 17.10. Con prezzi, ovviamente, totalmente diversi, in quanto se il costo del biglietto Freccialink è di 10 Euro, il treno Regionale costa...3,60 Euro! 
Insomma, un semi-fallimento annunciato, a nostro parere, anche considerando che neanche il centro storico di Catanzaro, con la fermata a Catanzaro Sala, verrà servito a dovere.

Immagine1

Ma non disperate: l'Associazione Ferrovie in Calabria, come sempre, ha pronte le soluzioni per tutto! 
Ascoltando i pareri sui nuovi Freccialink sulla nostra pagina facebook ufficiale e sul gruppo di discussione, e confrontandoci anche tra associati, siamo giunti alla conclusione che, probabilmente, i collegamenti bus Freccialink tra Catanzaro Lido e Lamezia Terme Centrale e ritorno, andrebbero più opportunamente impostati come collegamenti diretti tra Crotone e Lamezia Terme Centrale (e viceversa), con passaggio solo dal centro storico di Catanzaro e non da Catanzaro Lido (salvo nei casi in cui non dovesse esserci la coincidenza con treno Regionale). Questa proposta ovviamente ha come unico scopo quello di servire nel miglior modo possibile aree che soffrono fortemente l'isolamento dal punto di vista dei trasporti, e Crotone, purtroppo, ne è l'emblema. Per quanto, ovviamente, il nostro obiettivo sia sempre quello di far istituire servizi ferroviari laddove esistono i binari, viste le ristrettezze del periodo e visto l'investimento di Trenitalia nell'istituzione di due coppie di bus senza alcuna sovvenzione...sovrapposizione per sovrapposizione, per lo meno ha più senso farla dove è meno marcata. E' il caso quindi di Crotone, da dove attualmente è necessario effettuare in treno un cambio a Catanzaro Lido per servirsi del Frecciargento, e nel caso del collegamento serale dispari tra Roma e Reggio Calabria, da Lamezia Terme Centrale attualmente non è neppure possibile raggiungere Crotone (che ricordiamo essere capoluogo di provincia e città di oltre 63 mila abitanti!). L'unico collegamento bus in coincidenza con il Frecciargento 8353 da Roma T.ni a Lamezia Terme Centrale, in partenza alle 21.15, termina infatti a Catanzaro Lido. 
Ma anche il centro storico di Catanzaro, altra area a rischio spopolamento e malamente servita dai trasporti, sicuramente potrebbe beneficiare di un bus diretto con Lamezia Terme Centrale, in coincidenza con le due coppie di Frecciargento. 
Abbiamo così studiato il percorso visibile cliccando qui, che prevede la partenza del bus dal piazzale esterno della stazione di Lamezia Terme Centrale, la prosecuzione attraverso la SS280 dei Due Mari, raggiungendo Catanzaro Città attraverso Viale de Filippis, sosta per servizio viaggiatori presso la fermata AMC/Bus extraurbani di Via Kennedy (a poche decine di metri dalla fermata ferroviaria di Catanzaro Piazza Matteotti di Ferrovie della Calabria), e prosecuzione verso Crotone, dove il bus terminerà la sua corsa sul piazzale esterno della stazione FS. 
E, ovviamente, vale il viceversa. 

Nelle prossime settimane studieremo nel dettaglio le tracce orarie delle due coppie di Freccialink Lamezia Terme Centrale - Crotone qui proposte, le stesse verrano pubblicate in un articolo specifico e successivamente verranno inviate alla Divisione Passeggeri Long Haul di Trenitalia e per conoscenza (sperando di essere supportati da essa!) anche alla Regione Calabria, con particolare riferimento all'Assessorato alle Infrastrutture e Trasporti rappresentato dall'Assessore Roberto Musmanno. 
Il nostro obiettivo, giorno per giorno, passo dopo passo, è quello di normalizzare il più possibile il sistema trasporti, sia su ferro che su gomma, della nostra Calabria, per renderla accessibile come tutti i luoghi civili d'Europa.


freccialink-3-1

 

santomar

In seguito al rovinoso svio del Regionale 3742 all'interno della Galleria Santomarco, tra le stazioni di Castiglione Cosentino e Paola sulla linea Paola - Cosenza, risalente allo scorso 6 dicembre, la riapertura della tratta è stata rimandata in data da destinarsi. Questo per consentire tutte le indagini del caso da parte della Magistratura, poichè sia la tratta ferroviaria - ed in particolare la Galleria Santomarco -, che il materiale rotabile del Regionale 3742, sono stati posti sotto sequestro. Già oggi, comunque, sono giunti i primi (raccapriccianti) esiti delle indagini: all'interno della lunga Galleria Santomarco, sono stati rinvenuti tratti di binario con le rotaie pesantemente ossidate ed in alcuni casi spezzate, probabilmente a causa delle abbondanti infiltrazioni d'acqua che creano, tra l'altro, delle pozzanghere sul sedime ferroviario proprio a contatto con le rotaie, ossidandole. 
Nulla di nuovo sotto il sole (o meglio sotto la luce dei neon, visto che siamo in tema di gallerie), del resto: all'interno della Galleria Santomarco è ormai da anni che si registrano criticità di ogni genere, dalle difficoltà nell'effettuazione degli incroci all'interno del Posto di Movimento omonimo, fino alle lunghe interruzioni della circolazione ferroviaria causate dal ristagno dei fumi del materiale rotabile a trazione diesel.  Criticità che abbiamo sempre segnalato a Rete Ferroviaria Italiana, anche in occasione delle riunioni dei Tavoli Tecnici sui trasporti indetti dall'Assessorato alle Infrastrutture della Regione Calabria. 
Indagati al momento un dirigente di RFI, per disastro colposo (avendo omesso controlli relativi alla manutenzione e la sicurezza della galleria), ed il macchinista del Regionale 3742 per "imprudenza ed imperizia nella condotta del convoglio". Chiaramente vogliamo sperare che, relativamente al macchinista, si tratti di un atto d'ufficio che non abbia seguito: non siamo certo magistrati o avvocati, ma viene naturale chiedersi che colpa abbia un macchinista, se conducendo un convoglio, rispettando tutti i parametri (e non potrebbe essere altrimenti, grazie ai sistemi di sicurezza che controllano in tempo reale il rispetto dei limiti di velocità, il rispetto dei segnali etc..), si ritrovi di colpo a transitare su un tratto di binario con una rotaia spezzata...

In ogni caso, sperando che tale interruzione possa durare il minor tempo possibile, ma soprattutto sperando che le gravi criticità all'interno della Galleria Santomarco vengano definitivamente risolte (se ciò sarà possibile senza costruire una nuova galleria...), pubblichiamo di seguito tutte le modifiche d'orario dei bus sostitutivi in servizio sulla tratta Paola - Cosenza, che entreranno in vigore da domani. Come si potrà notare, Trenitalia ha cercato di ottimizzare il più possibile il tempo di interscambio a Paola, anticipando di circa 30 minuti la partenza dei bus da Cosenza rispetto agli originali orari di partenza dei treni, a causa degli ovvi maggiori tempi di percorrenza del vettore su gomma rispetto a quello ferroviario.

CLICCA QUI PER CONSULTARE IL PDF CON TUTTE LE MODIFICHE D'ORARIO

cs-paola 131217

treno svio paola copia

E' stato recuperato il convoglio rimasto coinvolto lo scorso 6 dicembre nello svio nella galleria Santomarco, tra Paola e Castiglione Cosentino, sulla tratta ferroviaria Paola - Cosenza di RFI.

Le operazioni di recupero si sono svolte da subito e dovrebbero essersi concluse ieri, in quanto stamattina il convoglio risultava essere già parcheggiato in sosta nel fascio della stazione di Paola. Come visibile dai nastri bianco-rossi che cingono il perimetro del convoglio, probabilmente la composizione è stata posta sotto sequestro, in attesa che le indagini in corso vengano concluse e si riesca a risalire alle cause dello svio che, ricordiamo, per fortuna non ha avuto gravi conseguenze né sui passeggeri né sul personale, che se la sono cavata con un brutto spavento.

Ricordiamo che la circolazione risulta essere ancora interrotta tra Castiglione Cosentino e Paola (e lo rimarrà presumibilmente ancora almeno fino a domenica), e il servizio tra Cosenza e Paola è pertanto garantito con autobus sostitutivi con orari che ricalcano orientativamente quelli previsti dal servizio ferroviario (i tempi di percorrenza stradali sono di circa 45-40 minuti, contro i soli 20-25 dei treni).

Pagina 22 di 63

railbook

#ferrovieDelleMeraviglie
FC FCL 353 Rogliano 2014 08 03 RobertoGalati 3

SCOPRI GLI EVENTI SPECIALI ORGANIZZATI

CON IL TRENO DELLA SILA

NEL RICORDO DEL NOSTRO CARO AMICO MARCO GAGLIARDI...

P1100429

DAI UN CONTRIBUTO ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE
Sostienici

copertina