In occasione dell'evento "Taranta Wine Fest" che si terrà a Reggio Calabria Pellaro da oggi, 7 agosto, fino a giorno 14 agosto, la Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia ha istituito due coppie di treni straordinari serali e notturni da/per Reggio Calabria Centrale, per venire incontro a tutti coloro che vorranno recarsi all'iniziativa senza utilizzare il veicolo privato, con ovvi risvolti positivi sulla sicurezza stradale e personale. 
Si specifica che l'effettuazione di questi treni non è vincolata da alcun finanziamento pubblico, ma è totalmente a mercato, a spese di Trenitalia: un piccolo ma importante segnale di interesse che merita un forte plauso, visto che la società di trasporto ferroviario vanta dalla Regione Calabria ben 138 milioni di Euro di crediti...

tarantawine locandina

P1070490

Anche chi non frequenta l'ambiente ferroviario, che sia per lavoro, studio o passione, ormai non può non notarlo: la ferrovia Tirrenica Meridionale, con particolare riferimento al tratto calabrese, è divenuta ormai una sorta di grande cantiere a cielo aperto. Sono infatti numerosi i punti in cui RFI sta eseguendo importanti lavori di potenziamento infrastrutturale, resi possibili grazie all'utilizzo di fondi strutturali europei della programmazione 2007/2013. 

Dopo aver concluso i lavori di rimodulazione del piazzale di stazione di Eccellente, si sta infatti lavorando a Lamezia Terme Centrale (dove nei prossimi anni verrà installato un modernissimo ACC - Apparato Centrale Computerizzato), Praia-Ajeta-Tortora e Gioia Tauro, per ammodernare il piano regolatore generale di stazione, attraverso la semplificazione degli impianti, l'aumento della capacità dei binari di precedenza, e la velocizzazione delle deviate. A Gioia Tauro, inoltre, nei pressi della radice di stazione lato sud, sono in corso i lavori di costruzione del nuovo ponte sul fiume Petrace, che sorgerà tra l'attuale coppia di ponti ferroviari di RFI, ed il ponte in ferro della linea a scartamento ridotto per Palmi/Sinopoli di Ferrovie della Calabria: la costruzione del nuovo ponte ha reso necessaria anche la progettazione di una notevole variante di tracciato lunga circa tre kilometri, già in costruzione. Lavori in corso stanno interessando anche la stazione di Vibo Valentia-Pizzo, dove si sta costruendo una nuova Sottostazione elettrica, mentre sono in via di potenziamento le SSE di Lamezia Terme Sambiase e Reggio Calabria Gallico. 
Ma si lavora anche tra Palmi e Bagnara, proprio in questi ultimi giorni, per sostituire totalmente l'armamento del binario dispari, al punto da aver reso necessarie alcune modifiche d'orario ai treni Regionali, che potrebbero comunque essere ulteriormente variate/integrate entro il 30 agosto, data in cui dovrebbero concludersi i lavori. 
In questi ultimi giorni persino lo scalo merci di Bagnara sembra ritornato ai vecchi fasti, essendo stato totalmente ripulito e reso agibile nella sua totalità dall'Impresa Francesco Ventura di Paola, che sta eseguendo tutti i lavori lungo la linea Tirrenica: una direttrice di traffico che, al termine di tutti gli interventi in corso e futuri, sarà una sorta di linea ferroviaria ad AV/AC alimentata a 3000 V, alla stregua della Linea a Monte del Vesuvio Salerno - Napoli. La Calabria verrà quindi dotata di un'appendice ferroviaria di standard europeo, che non dovrà però rappresentare il termine ultimo della "cura del ferro" nella nostra regione, ma piuttosto un punto di partenza per il rilancio infrastrutturale della Ferrovia Jonica (al contrario della Tirrenica, martoriata dal piano di "right sizing" di RFI), della linea Catanzaro Lido - Lamezia Terme Centrale con la costruzione della bretella per l'Aeroporto, e del sistema di traghettamento ferroviario sullo Stretto di Messina. Con la speranza che, nel frattempo, questa "super-Tirrenica" che permetterà di andare da Lamezia Terme a Roma in 3 ore e 30 minuti in Frecciargento, venga almeno valorizzata nei traffici ferroviari viaggiatori e merci, e che la si renda fruibile anche dal versante Jonico con buoni servizi regionali.

P1070494

P1070190

 

ALn668 1052-Reg3749-Melito di Porto Salvo-2014-06-08-RobertoGalati

Si è tenuto questo pomeriggio, a Reggio Calabria, il tanto atteso incontro tra la Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia della Calabria, l'Associazione Ferrovie in Calabria e l'Associazione Pendolari Jonica. Dopo qualche mese dal precedente incontro, al quale ha partecipato anche una delegazione di RFI, si torna quindi a lavorare sulle molte proposte ricevute dall'utenza, relative al miglioramento del servizio regionale, in particolare lungo la linea Jonica e lungo la Catanzaro Lido - Lamezia Terme Centrale. 

Miglioramenti che, nelle ultime settimane, sono in parte già arrivati. Prima di riassumere brevemente l'esito dell'incontro e gli argomenti trattati, riportiamo quindi le due modifiche d'orario messe in atto da Trenitalia, da noi segnalate nei mesi scorsi, per venire incontro all'utenza.

- Treno Regionale 3780 Catanzaro Lido - Lamezia Terme Centrale: nuovo orario di partenza previsto alle 19.52, con arrivo a Lamezia T.C. alle 20.33. Risolta quindi l'anomalia rappresentata dalla perdita di coincidenza con il treno Regionale 34987 Lamezia T.C. - Reggio Calabria C.le, in partenza alle ore 20.38. In precedenza, il treno 3780 da Catanzaro Lido, arrivava a Lamezia Terme Centrale alle ore 20.40, due minuti dopo la partenza del treno per Reggio Calabria! (Nota: in realtà si sarebbe potuto posticipare più facilmente il treno 34987 per Reggio Calabria e lasciare invariato il 3780 da Catanzaro L., poichè a sua volta, a Catanzaro Lido, è in coincidenza molto stretta con il treno 12720 da Reggio Calabria, in arrivo alle ore 19.47)

Treno Regionale 34953 Lamezia Terme Centrale - Rosarno via Tropea: nuovo orario di partenza previsto alle ore 8.37, che garantisce coincidenza ufficiale di 5 minuti con il treno Regionale 3770 in arrivo da Catanzaro Lido alle ore 8.32. Treno che, a sua volta, è in coincidenza con il Regionale 12706 da Reggio Calabria/Roccella Jonica, e con il 3719 da Crotone: risulta quindi possibile andare dalla fascia Jonica a Tropea in mattinata, offrendo così una buona mobilità tra poli di attrazione turistica, specie in estate.

- Bus RCV01 Lamezia Terme Centrale - Catanzaro Lido: nuovo orario di partenza da Lamezia T.C. alle ore 13.15 (in coincidenza con i treni InterCity 723 da Roma Termini e 728 da Palermo/Siracusa alle ore 12.53 e 12.59, oltre che con il Regionale 8472 da Cosenza alle ore 12.44), con arrivo a Catanzaro Lido alle ore 14.00.

Una piccola curiosità, che rappresenta una vittoria per tutte le battaglie portate avanti in questi mesi: questa mattina abbiamo avuto modo di verificare l'effettiva utilità del treno Regionale 8463 Lamezia Terme Centrale (10.45) - Reggio Calabria Centrale (12.13), istituito da Trenitalia a seguito di nostre pressanti richieste di "copertura" del buco d'orario di ben 5 ore (7.27 - 12.46) presente fino a qualche mese fa tra Lamezia Terme e Reggio Calabria. Ebbene, stamane con questo treno, da Lamezia Terme, sono partiti tra i 60 e i 70 viaggiatori, in gran parte provenienti dal vicino aeroporto. Sarà forse che, quando i servizi ci sono e vengono ben strutturati, l'utenza torna a servirsene, e si inverte quella spirale negativa e perversa di tagli-diminuzione dell'utenza-ulteriori tagli? Riflettiamoci su...

P1070453

Ma andiamo finalmente al dunque, sull'incontro tra Trenitalia e le Associazioni, al quale oltre ai rappresentanti di APJ e Associazione Ferrovie in Calabria, rispettivamente Titti Mauro, Antonio Lombardo e Roberto Galati, era presente anche l'amico Roberto Logiacco, dipendente di Ferrovie della Calabria e grande attivista nella difesa del trasporto su rotaia nella nostra regione, con particolare riferimento alle ferrovia Jonica ed alle linee taurensi. Tra i rappresentanti di Trenitalia, oltre alla sempre disponibile Dott.ssa Stefania Nisiticò (Responsabile Commerciale della DPR Calabria), era presente anche il nuovo Direttore Regionale Piero Mannarino, che ha sostituito Ferdinando Gambardella, da poco andato in pensione.
Non si è potuto fare a meno di discutere sulla precaria situazione finanziaria della Regione Calabria, e del suo relativo debito con Trenitalia che ammonta a 138 milioni di Euro: purtroppo partendo con questi presupposti, è impossibile puntare molto in alto con le richieste di potenziamento del servizio ferroviario regionale. In ogni caso, i lavori per la redazione del nuovo Contratto di Servizio tra Regione Calabria e Trenitalia (il precedente è scaduto lo scorso dicembre 2014, ed è scaduta anche la proroga lo scorso giugno), pare stiano proseguendo...anche se, molto probabilmente, il nuovo contratto si discosterà molto poco da quello precedente, e le uniche differenze saranno "in negativo", con l'eliminazione di quei treni e relativi costi di effettuazione, ormai già tagliati da tempo.
L'intenzione di Trenitalia, perciò, è quella di intervenire sull'attuale offerta commerciale e pianificazione d'orario, cercando il più possibile di modificare e/o aggiungere fermate ai treni, ottimizzando inoltre l'utilizzo dei bus sostitutivi previsti in orario. 
E' il caso dei bus RC056 ed RC057 Catanzaro Lido - Roccella Jonica, che in prospettiva verranno utilizzati in adduzione ai treni 12714 e 12715 Reggio Calabria Centrale - Roccella Jonica e vv, andando quindi a colmare il buco d'orario di 6 ore presente al mattino tra Catanzaro Lido e Reggio Calabria e viceversa, nella fascia oraria 8-14 in senso nord-sud ed 7-12 in senso sud-nord. In attesa, ovviamente, dell'auspicato prolungamento a Catanzaro Lido della coppia di treni oggi limitata a Roccella Jonica. Si è discusso anche di fermate, con richiesta di ripristino anche di quelle soppresse negli anni scorsi, ma che potrebbero generare un notevole traffico viaggiatori, come Caulonia e Guardavalle, ma non di meno Mirto-Crosia, Calopezzati, Mandatoriccio-Campana, oggi servite poco e niente dai treni, se non soltanto in un solo senso, rendendo così impossibile l'utilizzo a/r dei treni da parte dei pendolari. 
Ma ci sono tante altre proposte che approfondiremo ed integreremo ulteriormente nelle prossime settimane, anche relativamente alla tratta Catanzaro Lido - Lamezia Terme Centrale, sulla quale proprio nella giornata di oggi abbiamo individuato alcune situazioni che necessitano di correzione, in particolare relative all'utilizzo di bus sostitutivi in orari in cui il treno sarebbe necessario, vista la notevole utenza...e viceversa, presenza di treni in orari in cui un minibus sarebbe sufficiente a contenere tutti i viaggiatori.

Nel frattempo, un'unica certezza c'è: l'epoca dell'assenza dei cittadini e delle associazioni, nei tavoli di pianificazione dei servizi di trasporto pubblico, è finalmente terminata anche in Calabria. 

LUNGA PERCORRENZA 2

Da www.fsnews.it

Estate 2015: viaggio con le Frecce rimborsato per chi sceglie Tropea e Capo Vaticano
Offerta "Tropea & Capo Vaticano in Treno" prevede anche il trasferimento gratuito dalla stazione all'albergo. Inclusi nell'iniziativa i biglietti acquistati a prezzi Base, ma anche Economy e Familia

Roma, 22 luglio 2015

Viaggio con le Frecce Trenitalia rimborsato e trasferimento in hotel gratuito per chi soggiornerà in hotel a Tropea e Capo Vaticano.

Si chiama Tropea & Capo Vaticano in Treno l'iniziativa nata dall'intesa tra Trenitalia e il consorzio CO.GE.TUR: chi prenota un soggiorno negli hotel che aderiscono all'iniziativa può ottenere il rimborso del biglietto del treno di andata fino ad un massimo di €40 a persona. Rimborsato anche il ticket di ritorno, con la stessa limitazione di importo, se il soggiorno viene prolungato fino a due settimane.

Sono inclusi nell'iniziativa i biglietti acquistati a prezzi Base, ma anche Economy e Familia.

Il costo del biglietto del treno, acquistato in agenzia di viaggi, verrà stornato direttamente dalla struttura alberghiera scelta per il soggiorno.

Le condizioni dell'offerta
L'offerta destinata a giovani italiani e stranieri oltre che alle famiglie, è valida per Frecciargento e Frecciabianca, con arrivo nelle stazioni di Lamezia Terme, Vibo Valentia o Rosarno.

Possono essere rimborsati anche viaggi con soluzione combinata treno nazionale più treno regionale e con destinazione finale Briatico, Zambrone, Parghelia, Tropea, Santa Domenica, Ricadi. Per queste ultime stazioni, gli alberghi che aderiscono all'iniziativa offrono gratuitamente il trasferimento di andata e ritorno, indipendentemente dalla durata del soggiorno. Per le altre località, è possibile contattare direttamente le strutture aderenti.

Tutte le informazioni di dettaglio sono presenti nella sezione "idee di viaggio" del sito trenitalia.com e lacostabella.it. L'offerta è valida fino al 31 dicembre 2015.

P1070181

Nuove, ma non troppo: come ricorderanno infatti i lettori più attenti, alcune delle proposte sotto elencate, che presenteremo nelle prossime settimane alla Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia ed all'Assessorato ai Trasporti della Regione Calabria, risalgono anche ad alcuni mesi orsono. Le riproponiamo e continueremo a riproporle, finchè non si avrà un riscontro positivo, o per lo meno una spiegazione dettagliata del perchè le nostre richieste (la maggior parte delle quali assolutamente elementari!) non possano essere realizzate.
Pubblichiamo quindi di seguito un estratto del nostro documento, stilato con il contributo delle segnalazioni inviateci dai membri dell'Associazione Pendolari Jonica: ovviamente qualsiasi nuova segnalazione può ancora essere comunicata, in modo tale da integrare ulteriormente la nostra richiesta.

 

TRATTA JONICA REGGIO CALABRIA CENTRALE – METAPONTO

- Regionale 12707 Reggio Calabria Centrale - Sibari: invariata e da eliminare la lunga sosta per incrocio con il treno 12711 (quasi 8 minuti a Riace), che sarebbe facilmente traslabile a Monasterace, recuperando almeno 5 minuti di percorrenza, ed effettuando nel contempo servizio viaggiatori in quest'ultima stazione;

- Regionale 3722 Roccella Jonica - Catanzaro Lido: ancora invariato l'orario di partenza alle ore 6.00, totalmente inutile all'utenza studentesca diretta a Soverato, che ne usufruiva fino allo scorso dicembre 2014. Si propone quindi di ripristinare il vecchio orario di partenza da Roccella J. alle ore 06.50;

- Regionale 12710 Reggio Calabria Centrale – Catanzaro Lido: non ancora eliminate le fermate intermedie di Caulonia, Guardavalle, S.Caterina Jonio, Badolato, S.Andrea Jonio, totalmente inutili nella fascia oraria in questione, e la cui presenza ha allargato eccessivamente i tempi di percorrenza, rendendo così inutilizzabile il treno dagli studenti universitari diretti a Catanzaro, causa tardo orario di arrivo (9.16);

- Regionale 12719 Catanzaro Lido (13.45) - Reggio Calabria Centrale (16.34): necessaria istituzione delle fermate intermedie di S.Andrea Jonio, Badolato, S.Caterina Jonio, Guardavalle e Caulonia, per rientro utenza studentesca proveniente da Catanzaro Lido e Soverato.

- Regionale 12711 Catanzaro Lido - Reggio Calabria Centrale: considerato servizio "lento" rispetto all'8549 sullo stesso percorso ed in partenza pochi minuti prima, dovrebbe effettuare le fermate intermedie aggiuntive di Guardavalle e Caulonia, per garantire almeno una soluzione giornaliera per raggiungere Reggio Calabria Centrale, in treno, da questi ultimi popolosi centri. E' un controsenso pensare che, con il prolungamento a Catanzaro Lido del 12722 da Reggio Calabria, ben 3 treni al giorno fermano a Caulonia e Guardavalle in senso sud-nord, ma nessuno in senso opposto;

- Regionale 12713 Sibari (15.52) – Reggio Calabria Centrale (20.26): non ancora ripristinata la fermata di Monasterace-Stilo, fortemente richiesta dall'utenza pendolare di rientro, che si sposta da Catanzaro a quest'ultima località;

- Treno Regionale 3734 Reggio Calabria Centrale (14.28) – Catanzaro Lido (17.30): richiesta partenza anticipata da RC C.le di circa 10 minuti;

- Necessario un prolungamento a Catanzaro Lido per il Regionale 12714 Reggio Calabria Centrale (10.27) – Roccella Jonica (12.22), ed in senso opposto retrocedere la partenza a Catanzaro Lido per il Regionale 12715 Roccella Jonica (11.10) – Reggio Calabria Centrale (13.10). Diversamente, se tale provvedimento dovessere risultare eccessivamente costoso, si richiede rimodulazione degli orari dei bus RC057 Catanzaro Lido (07.10) – Roccella Jonica (08.50) ed RC056 Roccella Jonica (14.55) – Catanzaro Lido (16.35), attualmente inutilizzati dall'utenza, in modo tale da utilizzarli nel tratto Catanzaro Lido – Roccella e viceversa, come adduttori ai Regionali 12715 e 12714, garantendo così una parziale copertura dell'enorme buco d'orario presente tra Catanzaro Lido e Reggio Calabria e viceversa, al mattino.

- Regionale 12722 Reggio Calabria Centrale (18.08) – Catanzaro Lido (21.24): considerato che, allo stato attuale, tale collegamento è anche l'ultimo nel tratto Reggio Calabria Centrale – Roccella Jonica, che da sempre è stato servito da un ulteriore treno in partenza alle ore 20.05, si chiede di spostare l'attuale orario di partenza da Reggio Calabria Centrale del treno 12722, tra le 18.30 e le 18.40, eliminando le fermate intermedie di Riace, Badolato, S.Caterina Jonio, S.Andrea Jonio, Montepaone-Montauro e Squillace, totalmente inutilizzate dall'utenza, permettendo così di raggiungere Catanzaro Lido ad un orario simile a quello attuale (21.24). Si richiede di mantenere, nel tratto Roccella Jonica – Catanzaro Lido, le fermate di Caulonia, Monasterace-Stilo, Guardavalle, Soverato;

Una proposta alternativa alla mancanza di treni Regionali tra Reggio Calabria Centrale e Roccella Jonica dopo le 18.08, potrebbe essere la seguente:

1) Limitazione a Catanzaro Lido per il Reg. 3755 Sibari – Roccella J;
2) Istituzione nuovo treno Reg. in partenza da Reggio Calabria Centrale per Roccella Jonica alle ore 20.00.

- In tal modo verrebbero ugualmente garantiti n.2 treni in termine corsa a Roccella Jonica, il cui materiale è necessario al mattino per l'effettuazione dei treni 3722 e 12709. L'automotrice in eccedenza giunta la sera a Catanzaro Lido con il treno 3755 da Sibari, attualmente terminalizzato a Roccella, potrebbe raggiungere Reggio Calabria (compensando quindi la nuova partenza da Reggio Calabria alle ore 20.00), in composizione al treno 12711 Catanzaro Lido (06.05) – Reggio Calabria Centrale (09.00) del mattino seguente. Si specifica, tra l'altro, che tale treno viaggiando attualmente con una singola automotrice, presenta notevoli problemi di sovraffollamento, specie nel tratto che va dalla Locride a Reggio Calabria. Chiaramente, in caso di istituzione del nuovo treno Reggio Calabria Centrale – Roccella Jonica in partenza alle 20.00, verrebbe meno la necessità di posticipare la partenza del treno 12722 alle 18.30 – 18.40;

- Treno Regionale 12678 Reggio Calabria Centrale (15.38) – Sibari (20.22): richiesta dall'utenza la partenza posticipata da Reggio Calabria, in orario compreso tra le 16.00 e le 16.10;

- Risulta ancora impossibile raggiungere da Sibari/Corigliano/Rossano in orari di uscita da scuole/uffici, le stazioni di Mirto-Crosia, Calopezzati, Mandatoriccio-Campana, Crucoli, Torre Melissa e Strongoli. Considerando tra l'altro che il Regionale 3723 Sibari - Lamezia Terme Centrale, in partenza alle ore 13.23, è stato "spezzato" a Catanzaro Lido, sarebbe auspicabile, nell'immediato, una partenza anticipata da Sibari per poter garantire l'effettuazione delle fermate nei centri sopracitati, che per circa sei ore (compresa la fascia oraria di punta 12-14) sono praticamente isolati;

- Nei giorni festivi raggiungere Sibari da Reggio Calabria via Jonica (e quindi dalle relative località intermedie), è un vero proprio calvario di oltre 6 ore, se si sceglie di effettuarlo in Regionale, con cambio a Catanzaro Lido, e soprattutto risulta praticamente impossibile effettuare andata e ritorno in giornata. Si propone quindi di valutare un prolungamento su Sibari, del Regionale 34952 Reggio Calabria Centrale (07.50) – Catanzaro Lido (11.12), fondendolo al Regionale 8244 Catanzaro Lido (13.48) – Sibari (16.12), chiaramente con orario di partenza anticipato alle ore 11.15.
In senso opposto, si propone la fusione tra il treno Regionale 8247 Sibari (13.56) – Catanzaro Lido (16.23) ed il treno Regionale 8529 Catanzaro Lido (16.30) – Reggio Calabria Centrale (19.49);

- Ancora nei giorni festivi, si nota una seconda grave anomalia: l'ultimo treno Regionale da Reggio Calabria Centrale verso Catanzaro Lido, parte alle ore 15.28. Nel contempo, si nota la presenza ravvicinata dei treni Regionali 8523 ed 8525 in partenza da Catanzaro Lido rispettivamente alle ore 10.08 ed alle ore 11.23, assolutamente poco utili in giorno festivo.
Inoltre, anche alla luce di tale anomala situazione:
anomalia1
Si propone di:

1) Mantenere solo uno dei due collegamenti Catanzaro Lido – Reggio Calabria Centrale, con partenza prevista attorno alle ore 10.30, garantendo anche una valida coincidenza con il Regionale 8553 da Lamezia T.C. (che oggi salta per 1 minuto!);
2) Prolungare a Catanzaro Lido il treno Regionale 8534 Reggio Calabria Centrale (18.08) – Roccella Jonica (20.05);
3) Per mantenere inalterato il numero di automotrici in arrivo a Roccella Jonica la domenica sera (cioè 2), utili all'effettuazione dei treni 3722 e 12709 del giorno successivo, si propone di istituire nuovo collegamento festivo Catanzaro Lido – Roccella Jonica, in partenza alle ore 20.00, che sarebbe tra l'altro una valida coincidenza con il Regionale 8561 Lamezia T.C. (19.05) – Catanzaro Lido (19.52), come già avviene attualmente nei giorni feriali. Valida coincidenza, inoltre, anche con il Regionale 8249 Sibari (17.18) – Catanzaro Lido (19.43).
4) Anticipare la partenza del Regionale 8533 Catanzaro Lido (19.15) – Reggio Calabria Centrale (22.20), alle ore 18.30-18.40 circa;

- Autobus RC510 Sibari (18.43) – Metaponto (20.13): necessaria una partenza posticipata di almeno 5 minuti, per consentire una valida coincidenza con il Regionale 8510 proveniente da Cosenza, con termine corsa a Sibari alle ore 18.40.

TRATTA CATANZARO LIDO – LAMEZIA TERME CENTRALE:

- Relativamente a questa tratta, si richiede con urgenza la correzione delle seguenti gravi anomalie (già più volte segnalate), che non permettono all'utenza di usufruire di tali importantissime coincidenze:
anomalia2
anomalia3

Nel caso riportato in basso, si chiede uno spostamento dell'orario di partenza del treno 34953, alle ore 08.37, per garantire coincidenza minima di 5 minuti, anche nei canali di ricerca orario di Trenitalia.

anomalia4

TRATTA PAOLA - COSENZA

- Regionale 22463 Paola (21.50) - Cosenza (22.15): necessario uno spostamento della partenza da Paola di 15 minuti (ore 22.05), per garantire una maggiore certezza della coincidenza con il treno InterCity 561 proveniente da Roma Termini, in arrivo a Paola alle ore 21.44.

Pagina 52 di 61

railbook

#ferrovieDelleMeraviglie
FC FCL 353 Rogliano 2014 08 03 RobertoGalati 3

SCOPRI GLI EVENTI SPECIALI ORGANIZZATI

CON IL TRENO DELLA SILA

NEL RICORDO DEL NOSTRO CARO AMICO MARCO GAGLIARDI...

P1100429

DAI UN CONTRIBUTO ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE
Sostienici

copertina