Editor's Choice

WP 001217

Una delle battaglie che Ferrovie in Calabria sta portando avanti ormai da anni, riguarda la mancata intermodalità mare/ferro, che purtroppo si rileva da tempo immemore a Reggio Calabria. Come ben noto, infatti, la stazione di testa di Reggio Calabria Mare, raccordata alla ferrovia Tirrenica nell'ambito della fermata di Reggio Calabria Lido, è stata definitivamente dismessa tre anni fa, per quanto non vedesse più treni viaggiatori attestati da almeno 20 anni. Il tutto, "ovviamente", avvenuto dopo una serie di costosi interventi di ristrutturazione di un impianto mai più utilizzato, che sarebbe invece stato strategico per l'attestazione di collegamenti da/per la ferrovia Jonica, come avveniva regolarmente fino alla fine degli anni '80. 
Persa Reggio Calabria Mare, che permetteva un validissimo interscambio modale tra vettore ferroviario e marittimo (con particolare riferimento ai servizi veloci di navigazione per Messina e le Isole Eolie), non si è però mai pensato di puntare tutto sulla vicina stazione di Reggio Calabria Santa Caterina. Anch'essa, infatti, è adiacente al porto di Reggio Calabria, ed è quotidianamente servita dai treni regionali del servizio metropolitano Rosarno - Melito di Porto Salvo, con cadenza mediamente oraria. L'unica anomalia che la caratterizza (ma che sarebbe di immediata risoluzione), è il posizionamento su un livello superiore rispetto alle banchine portuali, le quali ricadono in parte sotto la giurisdizione della Capitaneria di Porto. Addirittura, l'abbattimento di un diaframma, basterebbe per creare uno sbocco del sottopassaggio pedonale che collega i binari di stazione, ritrovandosi praticamente allo stesso livello del porto, e raggiungendo così agevolmente il molo a servizio degli aliscafi. 
Ma oggi, lo scopo di questo breve articolo, è quello di pubblicare un documento del quale probabilmente quasi nessuno è a conoscenza, e che ci è stato consegnato dal sig. Angelo Gangemi, per anni Consigliere di Circoscrizione dei quartieri reggini di S.Caterina e Vito. La pratica risale ormai al 2001, ed è una risposta dell'allora Direzione Compartimentale Infrastruttura delle Ferrovie dello Stato (parliamo di epoca pre-Rete Ferroviaria Italiana), proprio relativa ad una richiesta di collegamento tra la stazione ferroviaria ed il Porto, da parte della stessa Circoscrizione. Una richiesta dettata anche dalla necessità di ricongiungere con il porto, l'intero abitato che ricade al di sopra della linea ferroviaria Tirrenica. Le Ferrovie dello Stato si dimostrarono favorevoli all'ipotesi (diversamente da quanto si è creduto in questi anni!), "fatte salve le prescrizioni dettate da Comune e Capitaneria di Porto". Da nostre indiscrezioni, siamo però venuti a conoscenza che fu proprio la Capitaneria di Porto, nel 2001, a bloccare questo progetto, in quanto dichiarava che fosse pericolosa o non propriamente sicura la circolazione di pedoni lungo una banchina dove da anni, in ogni caso, decine di persone svolgono attività fisica, circolano con ciclomotori...e addirittura è consentita la circolazione di autobus e mezzi stradali privati!
A questo punto, ci si chiede se il parere di Rete Ferroviaria Italiana sia oggi analogo a quello della Divisione Infrastruttura FS nel 2001: se così fosse (ma non crediamo ci sia stato un cambiamento d'opinione), sarebbe necessaria una presa di posizione anche del Comune di Reggio Calabria, per consentire dopo anni di stallo, la realizzazione del collegamento pedonale tra la stazione di RC S.Caterina ed il Porto, considerando appunto che la banchina portuale è oggi frequentata non solo da personale della Capitaneria di Porto, ma anche da privati cittadini e non. 
Del resto, sarebbe assurdo pensare che esclusivamente per colpa di cavilli burocratici e di un muro, non sia possibile di scendere da un aliscafo e salire su un treno che si ferma a poche centinaia di metri. Senza dimenticare che, realizzando il collegamento tra la stazione ed il porto, l'impianto di RC S.Caterina servirebbe anche l'utenza siciliana, oltre che quella del popoloso quartiere reggino: in tal modo la stazione diventerebbe quindi strategica anche per la fermata di quei collegamenti InterCity da/per il Centro/Nord Italia, che oggi sostano (senza grande utilità) a Reggio Calabria Lido...posta a poco più di 1 km da Reggio Calabria Centrale! 

CAM01554

santacaterina1

santacaterina2

P1110827

Editor's Choice

tratto da lesuberante.it

Catanzaro, 16.10.2015

Enzo Bruno (presidente Provincia Cz): "Vogliamo investimenti, basta col binario unico non elettrificato"

Una iniziativa simbolica per mettere in evidenza il preoccupante stato di arretratezza del sistema viario lungo il versante jonico, e nello stesso tempo per porre al centro dell'attenzione del governo nazionale e regionale l'imprescindibile necessità del rilancio infrastrutturale di questa parte della Calabria che continua a viaggiare su un binario unico non elettrificato. L'iniziativa, che non vuole essere la solita passerella ma un concreto spunto di riflessione programmatica, porta la firma del Partito democratico calabrese. Questa mattina (16/10/2015), infatti, esponenti della deputazione parlamentare e regionale si sono ritrovati davanti alla stazione delle Ferrovie a Catanzaro Lido per prendere al volo un treno regionale in direzione di Cariati e toccare con mano lo stato di disagio che i pendolari calabresi si trovano ad affrontare tutti i giorni lungo questa tratta. Ad accogliere il presidente del consiglio regionale Nicola Irto, il deputato Nicodemo Oliverio e il consigliere regionale Mimmo Bevacqua, il presidente della Provincia di Catanzaro Enzo Bruno, segretario provinciale della Federazione del Pd di Catanzaro. Presenti, tra gli altri, il consigliere comunale di Catanzaro, Franco Passafaro e il dirigente regionale democratico Antonio Menniti.

"Con un sistema di binario unico non elettrificato è difficile pensare allo sviluppo turistico e il supporto alle imprese – ha affermato il presidente della Provincia -. L'iniziativa di questa mattina, quindi, è finalizzata proprio ad attirare l'attenzione simbolicamente del governo nazionale e regionale sulla necessità di garantire importanti investimenti che possano equiparare la viabilità, sia essa su gomma che su ferro, del versante jonico a quella del versante tirrenico. Servono risorse per un ammodernamento infrastrutturale che non è più rinviabile, sia dal punto di vista dell'innalzamento della qualità dei servizi esistenti che a quello degli investimenti futuri, a partire dalla previsione di risorse ad hoc nella legge di stabilità che sta per essere approvata in parlamento".

Editor's Choice

687x250 speciale av

tratto da trenitalia.com

L'offerta speciale AV continua e si amplia anche in Calabria. Da qualche giorno è infatti possibile acquistare biglietti per vaggiare a bordo della coppia di treni Frecciargento da e per la Calabria con uno sconto del 50% rispetto al prezzo intero a tariffa Base per raggiungere Salerno, Napoli e Roma da Reggio, Villa San Giovanni, Lamezia Terme e Paola (e viceversa).

Il numero di posti a disposizione è limitato e variabile, a seconda dei giorni della settimana, dei treni e della classe o livello di servizio.  L’offerta non si cumula con altre riduzioni, ad esclusione di quella prevista a favore dei ragazzi.

 

Quando e dove acquistare

Puoi acquistare l'offerta Speciale AV fino alle ore 24 del giorno precedente la partenza del treno, sul sito trenitalia.com, presso le biglietterie di stazione, le agenzie di viaggio abilitate, le self service o telefonando al Call Center (numero a pagamento).

Modifiche del biglietto

Per l’offerta Speciale AV non è ammesso né il cambio né il rimborso né l’accesso ad un treno diverso da quello prenotato. In caso di utilizzo di un treno diverso, il viaggiatore è considerato sprovvisto di biglietto.

Maggiori dettagli qui.

Editor's Choice

calabria ott2015

 

Modifiche al servizio ferroviario regionale sulla direttrice Melito PS - Reggio Calabria - Rosarno - Lamezia - Paola - Cosenza a partire dal prossimo 4 ottobre in seguito all'avvio di importanti lavori di potenziamento della linea ferroviaria tra Villa San Giovanni e Bagnara. Già lo scorso anno uno stop analogo aveva interessato la tratta per lavori al binario "dispari", normalmente utilizzato per i treni in direzione sud, con conseguente limitazione del servizio metropolitano Melito PS - Rosarno a Villa San Giovanni. Da domenica prossima, invece, i lavori interesseranno il binario pari, che subirà interventi di abbassamento del piano del ferro in galleria, di rinnovo della massicciata e di revisione della linea aerea. I lavori avranno una durata prevista di circa 70 giorni e comporteranno un investimento complessivo di circa 13 Milioni di Euro, di cui 4 finanziati con fondi PON. Tutte le modifiche alla circolazione potranno essere consultate sui quadri orario e sui display luminosi in stazione, nonché attraverso i canali online di Trenitalia (sito trenitalia.com e app, regolarmente aggiornate).

Editor's Choice

E464 218-CosenzaVaglioLise-2014-08-01-RobertoGalati

Da www.fsnews.it


Dal 18 al 28 settembre. Variazioni sulla Sibari - Cosenza - Paola - Napoli e sulla Cosenza - Reggio Calabria - Melito Porto Salvo. Autobus al posto dei treni in alcuni giorni e fasce orarie

Reggio Calabria, 17 settembre 2015

Rete Ferroviaria Italiana ha programmato, da venerdì 18 a lunedì 28 settembre 2015, importanti interventi di potenziamento infrastrutturale con sostituzione di rotaie e traverse nella galleria Santomarco, nel tratto di linea compreso fra Paola e Cosenza.

Durante il periodo dei lavori, sarà modificata l'offerta commerciale sulle linee Sibari - Cosenza - Paola - Napoli e Cosenza - Reggio Calabria - Melito Porto Salvo.

In alcuni giorni e fasce orarie, i treni saranno sostituiti con autobus.

Informazioni dettagliate con l'elenco completo di treni, fermate e orari sono disponibili nelle stazioni, uffici assistenza clienti, trenitalia.com e sui canali informativi on line del Gruppo FS Italiane.

CLICCA QUI PER CONSULTARE LE LOCANDINE CON LE MODIFICHE D'ORARIO

 

Pagina 58 di 70

railbook

#ferrovieDelleMeraviglie
FC FCL 353 Rogliano 2014 08 03 RobertoGalati 3

SCOPRI GLI EVENTI SPECIALI ORGANIZZATI

CON IL TRENO DELLA SILA

NEL RICORDO DEL NOSTRO CARO AMICO MARCO GAGLIARDI...

P1100429

DAI UN CONTRIBUTO ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE
Sostienici

copertina