Ferrovie della Calabria: disinteresse sì…ma di chi?

 FC2

E’ stato pubblicato qualche ora fa su numerose testate giornalistiche calabresi, un comunicato stampa firmato dal Circolo PD di Gimigliano, e rilanciato anche dal Presidente della Provincia di Catanzaro Enzo Bruno. 
Comunicato che chiama in causa le Ferrovie della Calabria, per la mancata effettuazione delle consuete corse speciali per la Festa di Madonna di Porto, tra Catanzaro Città e Soveria Mannelli e ritorno, specificatamente alla giornata del 26 maggio. 
Si parla di “disinteresse da parte della dirigenza dell’azienda, nei confronti dei bisogni dell’utenza e dei pellegrini”, ed addirittura viene specificato che “l’effettuazione delle corse speciali non avrebbe richiesto chissà quale dispendio di risorse umane e materiali”! 

A nostro parere, nulla di più errato e fuorviante: l’unico risultato di questo comunicato, è stato quello di disinformare l’utenza, e farla rivolgere contro chi, in gran parte, non ha alcuna colpa. 
Ci stupiamo infatti di come rappresentanti del PD, vale a dire lo stesso partito che governa la Regione e la Provincia di Catanzaro, non siano a conoscenza delle reali cause di quei disservizi attribuiti addirittura alla dirigenza dell’azienda di TPL calabrese! 
Possibile che nessuno (a partire dal Presidente della Provincia Enzo Bruno), sappia che ormai da mesi le Ferrovie della Calabria vivono in stato di costante emergenza, a causa della carenza di automotrici, in gran parte ferme per mancanza di pezzi di ricambio?
E’ possibile che nessuno sappia che, quella stessa azienda “disinteressata all’utenza”, da mesi effettua corse speciali di invio materiale tra i capilinea (corse non finanziate da alcun ente pubblico!), per garantire la regolarità dell’esercizio ferroviario ordinario, proprio a causa della carenza di materiale rotabile? 
Ma soprattutto: non si dica che nessuno sia a conoscenza delle reali cause di questa triste situazione, provocata dalle mancate (o nel migliore dei casi “ritardate”…) erogazioni dei fondi regionali destinati al mantenimento dell’esercizio ferroviario, dell’esercizio degli autobus e dell’infrastruttura ferroviaria. 
Dov’è quindi la politica in questi casi? Perchè i circoli PD in questione assieme alla Provincia di Catanzaro, non puntano l’indice verso la Regione Calabria, che dovrebbe garantire la funzionalità di un’azienda di trasporto pubblico locale, oggi totalmente di proprietà regionale? 
I comunicati demagogici che attaccano addirittura chi, con le risorse ormai inesistenti, continua comunque a garantire il servizio ordinario, non risolvono il problema. Anzi, l’unico risultato, ribadiamo, è quello di disinformare la cittadinanza, che per prima dovrebbe conoscere le reali responsabilità e competenze di un servizio pubblico che appartiene a tutti.
Un’ultima puntualizzazione prima di concludere il nostro breve comunicato: il 25 aprile, così come accade tutti gli anni, i treni straordinari tra Catanzaro Città e Soveria Mannelli e viceversa, dedicati al primo appuntamento religioso a Madonna di Porto, sono stati effettuati senza finanziamento alcuno da parte della Regione Calabria, della Provincia di Catanzaro o dei comuni serviti. 
La linea ferroviaria è stata aperta in giorno festivo (in cui normalmente l’esercizio ferroviario FC è sospeso), e l’effettuazione dei treni con relativi costi di carburante e personale, è stata totalmente a spese di un’azienda economicamente in condizioni precarie: nessun comune servito dai treni speciali ha contribuito (nè nel 2015 nè mai) alle spese di erogazione di un servizio non previsto nel contratto di servizio tra Regione Calabria e Ferrovie della Calabria. E, ovviamente, l’effettuazione dei treni speciali del 25 aprile, è stata possibile soltanto grazie alla mancanza di servizi ordinari in giorno festivo, e quindi alla disponibilità del poco materiale rotabile ancora in ordine di marcia: cosa che sarebbe ovviamente stata impossibile il 26 maggio, giorno in cui venivano effettuati i treni normalmente previsti in orario nei giorni feriali. 

Di chi è quindi il disinteresse nei confronti dell’utenza, se non della Regione Calabria? Riflettiamo…

 

L’Associazione Ferrovie in Calabria sta elaborando un articolo dedicato alla Metropolitana di Catanzaro, il quale contratto per la realizzazione è stato firmato (guarda caso!) lo scorso 26 maggio: all’interno dello stesso, che verrà pubblicato nei prossimi giorni, inseriremo anche alcune nostre considerazioni ed opinioni di carattere generale sullo stato di Ferrovie della Calabria e del relativo materiale rotabile.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.