Busitalia e Flixbus in Calabria: ovvero, altri bus dove ce ne sono già troppi!

simet-busitalia2

Negli ultimi giorni stanno impazzando sul web, in realtà condite da non poche critiche, due importanti notizie relative ai trasporti pubblici a lunga percorrenza in Calabria. La prima riguarda l’istituzione di due coppie di corse autobus tra Cosenza e Catania effettuate da Busitalia Fast, la società di trasporto su gomma facente capo a Ferrovie dello Stato Italiane ed alla calabrese Simet. Fondamentalmente, una società nata in chiave “anti-Flixbus”, in modo da poter concorrere alla pari con il colosso del trasporto su gomma che gradualmente sta acquisendo nuove importanti fette di mercato anche in Italia (mentre in Germania è già in corso di evoluzione in Flixtrain, ma ne parleremo più in là!). E, ovviamente, Flixbus non si è fatta attendere: la seconda notizia riguarda infatti l’arrivo di Flixbus anche in Calabria, attraverso una cooperazione con le già esistenti aziende Romano e IAS Touring. Verranno collegate le aree joniche delle provincie di Crotone e Cosenza con varie destinazioni a lunga percorrenza verso il resto d’Italia e d’Europa, in un territorio del resto rimasto orfano (per ora) da treni a lunga percorrenza e con l’aeroporto di Crotone che, purtroppo, prosegue la sua esistenza in un continuo limbo. 

Chiaramente noi di Associazione Ferrovie in Calabria siamo per ovvi motivi a favore dello sviluppo del trasporto su rotaia in quanto ecosostenibile, ad altissimi standard di sicurezza (diversamente dal trasporto su gomma), dai bassi tempi di percorrenza e dall’elevato comfort di viaggio: non è nostro costume, però, diffondere disfattismo e critiche specie a servizi di trasporto peraltro a libero mercato, quindi ben vengano questi nuovi collegamenti, se all’utenza torneranno utili. 
Ma se non è nostro costume distruggere, è invece nostro costume proporre alternative ferroviarie valide ed intelligenti e, se possibile, a basso costo sia per l’operatore ferroviario che per l’utente. Prendiamo il caso dei collegamenti di Busitalia tra Cosenza e Catania, attivi dallo scorso 23 luglio: in una nazione europea in cui si dovrebbe incentivare la forma di trasporto meno impattante a livello ambientale e di incidentalità, probabilmente già da tempo si sarebbe pensato allo sviluppo di servizi InterCity a media frequentazione, attraverso l’utilizzo (per esempio) di complessi Minuetto elettrici con allestimento interno maggiormente adatto a collegamenti a medio raggio. Nel 2018, per quanto strano possa sembrare, non esiste un collegamento ferroviario diretto tra la Puglia, la Calabria e la Sicilia, ed anche volendo ostinarsi a percorrere per esempio la tratta Bari Centrale – Palermo Centrale in treno, si incapperebbe in un calvario senza precedenti, tra una serie infinita di cambi treno (in alcuni casi passando per Roma!) e costi insostenibili.

ME 013-ReggioCalabriaCentrale-2015-04-30-RobertoGalati

Ed allora, lanciamo noi la proposta: un Minuetto (visto che a breve saranno disponibili molti di questi convogli con l’entrata in esercizio dei nuovi treni Pop e Rock), con allestimento interno e livrea InterCity, con una relazione “fast” Bari Centrale – Taranto – Metaponto – Sibari – Cosenza – Lamezia Terme Centrale – Rosarno – Villa San Giovanni – Messina Centrale – Barcellona Castroreale – Termini Imerese – Palermo Centrale (e ritorno). Si potrebbe anche pensare ad una doppia composizione di Minuetto, immaginando un convoglio diretto a Palermo e l’altro a Catania/Siracusa, una volta sbarcati a Messina. Non dimentichiamo inoltre che l’utilizzo di treni Minuetto (specie nel caso di un unico complesso), ridurrebbe notevolmente i tempi di imbarco/sbarco dai traghetti, non essendo necessaria l’operazione di scomposizione del convoglio come avviene per i treni InterCity a materiale ordinario, imbarcati/sbarcati dai traghetti in minimo due sezioni.

 

Noi ci crediamo: e di solito, tutto ciò a cui abbiamo creduto noi di Associazione Ferrovie in Calabria, si è realizzato. Seguiranno aggiornamenti!

Pubblichiamo di seguito, per conoscenza, i dettagli sui collegamenti autobus di Busitalia tra Cosenza e Catania:

– da Cosenza (07:45) verso Lamezia Terme Aeroporto (08:35) – Messina (11:15) – Catania (12:45);
– da Catania (12:55) verso Messina (14:20) – Lamezia Terme Aeroporto (16:40) – Cosenza (17:50).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.