Nuovo orario regionale Trenitalia 2014-2015: comunicato di Ferrovie in Calabria

P1050219

E’ stato pubblicato sui canali di informazione e vendita online di Trenitalia, il nuovo orario ferroviario che entrerà in vigore giorno 13 dicembre, e che ci accompagnerà fino al giugno 2015. Premesso che nei prossimi giorni pubblicheremo un approfondimento relativo ad alcune nostre proposte migliorative, elenchiamo di seguito le maggiori e più evidenti criticità che abbiamo riscontrato, rispetto all’orario in vigore che terminerà sabato 12 dicembre. Riteniamo necessario specificare che il nuovo orario porterà nell’ambito del trasporto regionale calabrese, una vera e propria rivoluzione, modificando completamente la struttura dei cadenzamenti sia sulla direttrice Tirrenica che su quella Jonica. Proprio in quest’ultima, decadrà il cadenzamento istituito nel 2004 tra Catanzaro Lido, Roccella Jonica e Reggio Calabria Centrale, e che in questo decennio ha subito sostanzialmente poche modifiche.
Il nuovo ordinamento del servizio, in tutta la Calabria, prevede un importante rinforzo dei collegamenti nelle ore di maggiore richiesta, con particolare riferimento alle prime ore del mattino (fascia 5.00 – 8.00).
Sul versante Tirrenico, le due maggiori novità riguardano l’istituzione di 6 treni Cosenza – Paola – Melito di Porto Salvo, e 4 Melito di Porto Salvo – Paola – Cosenza, effettuanti tutte le fermate tra Melito di Porto Salvo e Rosarno, in aggiunta agli “ordinari” Reggio Calabria Centrale – Paola – Cosenza e viceversa. Spariscono i collegamenti Reggio Calabria Centrale – Cosenza via S.Lucido (cioè quelli che saltano la stazione di Paola), ed a tutti i treni Regionali del corridoio Tirrenico, verrà soppressa la fermata di Mileto per “scarsa frequentazione”. Tra Reggio Calabria Centrale e Cosenza, i tempi di percorrenza verranno ridotti di 20 minuti, scendendo a 2 ore e 31 minuti tra lo Stretto ed il capoluogo Bruzio. Importante provvedimento l’istituzione del nodo a Lamezia Terme Centrale, che prevede l’arrivo e la partenza dei Regionali Cosenza – Reggio Calabria Centrale (o eventuale proseguimento su Melito di P.S.) e viceversa, tra il minuto 45 ed il munuto 47 di ogni ora. Collegato a ciò, l’ordinamento degli orari della Catanzaro Lido – Lamezia Terme Centrale, è stato rimodulato con un cadenzamento che prevede l’arrivo a Lamezia Terme Centrale attorno al minuto 34, e la ripartenza attorno al minuto 55, con un notevole incremento dell’offerta ferroviaria per un totale di 7 coppie di treni giornaliere, a differenza delle attuali 3. Ritorna anche uno strategico collegamento serale Lamezia Terme Centrale – Catanzaro Lido, in partenza alle 21.38, ed in coincidenza con il Frecciargento 9377 Roma Termini – Reggio Calabria Centrale. Una delle 7 coppie di treni inoltre collegherà direttamente Lamezia Terme Centrale con Crotone/Sibari. Si tratta dei treni 3723/3774 Sibari – Lamezia Terme Centrale e 3733 Lamezia Terme Centrale – Sibari.

Al momento le criticità maggiori sono state identificate nelle tratte Rosarno – Lamezia Terme Centrale via Tropea, con sole 4 coppie di treni dispari e 5 di treni pari (escluso l’InterCity Notte Reggio Calabria Centrale – Torino Porta Nuova, che mantiene il suo percorso costiero), e sulla Jonica Sud, specie nel tratto Roccella Jonica – Catanzaro Lido. 
In entrambe le linee è avvenuta una generale riduzione del numero dei treni, ed una concentrazione degli stessi nelle ore mattiniere. 
Nello specifico si segnala che, tra Catanzaro Lido e Reggio Calabria Centrale, esisteranno al mattino ben tre treni Regionali, con partenza rispettivamente alle 5.45, 6.05 e 7.43 (quest’ultimo con provenienza Sibari), e successiva partenza verso Reggio Calabria Centrale addirittura alle 13.45, se si esclude l’InterCity 559 Taranto – Reggio Calabria Centrale, in partenza da Catanzaro Lido alle 12.46, ma ovviamente non utilizzabile con biglietto regionale, e quindi poco fruibile dall’utenza “locale”. Considerando che un ulteriore Regionale partirà da Roccella Jonica alle ore 5.34 (si tratta dell’attuale 12709 con partenza alle 5.50, anticipato di 16 minuti), ed avendo perciò una sovrapposizione di ben tre treni tra Roccella Jonica e Reggio Calabria C.le, il provvedimento migliore per tamponare il “buco” di 6 ore tra Catanzaro Lido e Reggio Calabria Centrale, sarebbe quello di sopprimere il primo collegamento della mattina da Catanzaro Lido (treno 8549 in partenza alle 5.45), in quanto è seguito 20 minuti dopo dal 12711 (partenza alle ore 6.05). In tal modo, recuperando preziosi km/treno e numero di ore/treno, sarebbe possibile retrocedere il capolinea del treno 12715 Roccella Jonica (11.10) – Reggio Calabria Centrale (13.10) a Catanzaro Lido, con partenza dal Capoluogo attorno alle ore 10.30, dando anche una valida coincidenza verso la Jonica sud, al Regionale 3775 Lamezia Terme Centrale – Catanzaro Lido, con arrivo alle ore 10.22, ed a sua volta in coincidenza a Lamezia Terme Centrale, con l’InterCity Notte 785 da Milano Centrale.
In senso opposto, da Reggio Calabria a Catanzaro Lido, notiamo invece un’altra grave mancanza: l’ultimo treno utile per partire dallo Stretto e raggiungere il Capoluogo (e non di meno Monasterace e Soverato), è previsto alle 15.38 (Regionale 12678), mentre con l’orario attualmente in vigore, l’ultimo treno Reggio Calabria Centrale – Catanzaro Lido è il 3754 in partenza alle ore 18.05. 
Perciò, la nostra proposta è la seguente: sempre considerando il “recupero” di km/treno e di ore/treno provenienti dall’ipotetica soppressione del Regionale 8549 Catanzaro Lido (5.45) – Reggio Calabria, si potrebbe optare per un prolungamento a Catanzaro Lido del Regionale 12720 per Roccella Jonica, in partenza da Reggio Calabria Centrale alle ore 17.02. Tale collegamento, potenzialmente, risulterebbe ancor più funzionale dell’attuale 3754, che nel tratto Roccella Jonica – Catanzaro Lido è obiettivamente poco utilizzato, specie da utenza pendolare proveniente da Reggio Calabria e dalla Locride. Differentemente, il Regionale 3752 soppresso lo scorso giugno, con partenza alle ore 16.05 da Reggio Calabria Centrale ed arrivo a Catanzaro Lido alle 19.05, risultava molto più utile sia ai pendolari di ritorno da Reggio Calabria verso Soverato, Monasterace e Catanzaro Lido, e sia a quelli provenienti dalla locride e diretti nelle stesse destinazioni. Una partenza da Reggio Calabria alle 17.02, perciò, risulterebbe un buon “compromesso” tra il soppresso Regionale che fino allo scorso giugno partiva alle 16.05, e l’attuale 3754 in partenza alle 18.05 dal capoluogo reggino. Non meno grave, la scelta relativa alla soppressione dell’attuale Regionale 12724 Reggio Calabria Centrale (20.05) – Roccella Jonica (21.55), ultimo collegamento utile tra Reggio Calabria e la Locride, oggi molto utilizzato da studenti universitari fuori sede e lavoratori impiegati in attività private e con orari flessibili.
Ed oltre alla soppressione di treni, si segnala anche la notevole – e dannosa – modifica di orario di numerosi collegamenti. 
Segnaliamo in primis il treno 12706, attualmente 3740 in partenza da Reggio Calabria alle ore 5.05 e diretto a Crotone, ritardato dal 14 dicembre alle 5.40 (ma prolungato a Sibari, in questo caso con lungimiranza), con arrivo a Catanzaro Lido alle 7.57 ed a Crotone alle 8.36. In entrambi i casi si tratta di orari di arrivo non funzionali ai lavoratori di ogni tipo, principalmente regionali destinati a Catanzaro (con avvio dell’attività lavorativa alle 8.00) e scolastici/altri uffici destinati a Crotone. Inoltre, l’arrivo a Catanzaro Lido alle 7.57, comporta la perdita della coincidenza per Lamezia Terme Centrale, in partenza alle 7.50, per soli 7 minuti! 
Altro problema interessa il Regionale 12710 Reggio Calabria Centrale – Catanzaro Lido, in partenza dallo Stretto alle 6.28, a differenza dell’attuale 3742 in partenza alle ore 6.05. Il ritardo di oltre 20 minuti, comporta un arrivo ritardato (dopo le 8.00) a Locri, Siderno, Gioiosa e Roccella Jonica, sedi di numerosi istituiti scolastici raggiunti da centinaia di studenti di Bova Marina, Palizzi, Brancaleone, Bianco, Bovalino e Ardore, proprio con questo treno, che a questo punto risulta molto meno appetibile per questo tipo di utenza.
Segnaliamo, inoltre, l’ulteriore anomalia che riguarda i treni 3755 e 3753. Il primo, Sibari (18.45) – Roccella Jonica (22.00), rimarrà invariato, mentre il 3753, che con l’attuale orario collega Crotone con Reggio Calabria Centrale, tornerà ad essere attestato a Sibari come prima del cambio d’orario di giugno 2014…ma terminerà la corsa a Catanzaro Lido! Riteniamo sia, a questo punto, più utile prevedere uno “scambio” di tracce, istituendo il prolungamento del 3753 a Roccella Jonica, e limitando a Catanzaro Lido il 3755, molto meno funzionale visto l’orario tardo di arrivo. Facciamo notare, tra l’altro, che il 3755 Sibari – Roccella J., verrà effettuato in doppia di automotrici ALn668, in quanto lo stesso materiale effettuerà il 12709 Roccella Jonica – Reggio Calabria Centrale (che con l’orario attuale arriva fino a Villa S.G, garantendo una notevole comodità a lavoratori ed eventuali viaggiatori jonici destinati in Sicilia). Ad oggi, con l’orario ancora in vigore, la doppia di automotrici del treno 12709 proviene da Reggio Calabria Centrale, la sera prima, con il treno 12724 in partenza alle 20.05, che verrà soppresso, ma che risulta molto più utile del 3755, che a stento riesce a garantire un’utenza di una decina di persone su una sola automotrice, tra Catanzaro Lido e Roccella Jonica. 
Ma potremmo ancora andare avanti: il treno 12707 Sibari (05.38) – Reggio Calabria Centrale (10.02) non prevede fermata a Soverato e Monasterace (!!), mentre il 3733 Lamezia Terme Centrale – Catanzaro Lido – Sibari, in partenza da Lamezia Terme Centrale alle 16.34, fa saltare la coincidenza con l’InterCity 560 per Roma Termini (partenza da Lamezia T.C alle 16.31) per 3 minuti…
Ottimo in senso opposto, invece, con partenza da Lamezia Terme Centrale alle 18.55, ed arrivo della Frecciabianca 9877 da Roma Termini alle 18.44.

Insomma, una sorta di “rivoluzione” sembra essere iniziata, con molti pro e pochi contro, che risultano però essere molto, troppo pesanti per l’utenza. L’Associazione Ferrovie in Calabria è in contatto con la Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, e le proposte di base relative all’ottimizzazione del servizio sulla linea Jonica che abbiamo descritto in questo articolo, sono già state inoltrate. Continueremo ad aggiornarvi, e diamo appuntamento ai prossimi giorni con eventuali “colpi di scena” e soprattutto con un’analisi maggiormente particolareggiata delle criticità, dei nuovi servizi, delle prospettive sul materiale rotabile e soprattutto delle nostre proposte.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.