Legge sulle Ferrovie Turistiche: resoconto dell’audizione della Regione Calabria

P1090035

Il responso arriverà probabilmente nelle prossime settimane, ma i presupposti di stamane sono stati sicuramente ottimi! Come avevamo infatti annunciato ieri, questa mattina si è tenuta alla Camera dei Deputati, in Commissione Trasporti, un’audizione della Regione Calabria, relativa alla proposta di inserimento della Ferrovia Silana e delle Ferrovie Taurensi all’interno della costituenda legge nazionale n.1189 dedicata all’individuazione ed alla regolamentazione delle Ferrovie Turistiche. Un’idea che abbiamo lanciato già qualche mese fa all’Assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno, e che lo scorso 11 gennaio abbiamo avanzato alle istituzioni calabresi e nazionali, attraverso questa lettera inviata al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, all’interno della quale abbiamo richiesto proprio l’inserimento della Ferrosilana all’interno delle linee ferroviarie turistiche di interesse nazionale. La nostra proposta è stata accolta più che positivamente dalla Regione Calabria, che stamane, appunto, è stata ascoltata in Commissione Trasporti. In rappresentanza della nostra regione, era presente l’Assessore Roberto Musmanno, che tra l’altro ringraziamo per aver citato le nostre attività con i treni turistici a vapore, accompagnato da Giuseppe Lo Feudo, Direttore di Ferrovie della Calabria (gestore delle linee ferroviarie di cui si è discusso).
Una puntualizzazione di Musmanno, che noi condividiamo pienamente, è stata quella di estendere anche alle società di trasporto di proprietà regionale e/o concesse, la salvaguardia di linee ferroviarie potenzialmente utili alla valorizzazione turistica di un territorio, che ad oggi, all’interno della costituenda legge sulle Ferrovie Turistiche, è prevista solo per le linee di Rete Ferroviaria Italiana (e quindi del gruppo Ferrovie dello Stato). Inoltre, la proposta di istituire un coofinanziamento da parte dello Stato nella gestione delle linee turistiche, andrebbe presa in seria considerazione, visto che l’Italia è una nazione che basa buona parte della propria economia sul turismo, ed un sostegno ad esso (con i giusti modi) non potrebbe che portare beneficio alla collettività dei territori interessati.
Chiaramente, adesso, dall’audizione si dovrà passare ai fatti concreti: la questione “Ferrovie Turistiche” dovrà continuare ad andare avanti con la stessa lena che ci ha contraddistinto fino ad oggi, questa volta con l’importante spinta della stessa Regione Calabria, ricordandoci che, relativamente alle Ferrovie Taurensi, non va sottovalutata la loro funzione principale che è ovviamente quella di Trasporto Pubblico Locale, per lo meno nelle tratte per Cinquefrondi e Palmi.

Di seguito il video completo dell’audizione di stamane: buona visione!

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.