Tavolo Tecnico Regione – Associazioni: nuovo appuntamento…e nuove proposte

INCONTRO ASS.TRASPORTI REG. 26 OTT. 2015 3

Si è tenuto questa mattina, presso la nuova Cittadella Regionale a Catanzaro, il secondo incontro del Tavolo Tecnico sui trasporti, istituito tra la Regione Calabria, le Associazioni ed i Comitati attivi in questo settore. L’iniziativa, promossa dal Prof. Domenico Gattuso, Presidente del Comitato Italiano Utenti Ferrovie Regionali, è stata accolta, ovviamente, anche da noi di Associazione Ferrovie in Calabria, rappresentata da Roberto Galati e Sergio Grasso, facenti parte anche dell’Osservatorio dei Trasporti della Provincia di Catanzaro, oltre che da Italia Nostra, per la quale era oggi presente la sempre attivissima Teresa Liguori, Associazione Pendolari Jonica (Immacolata Mauro), Comitato Pendolari Ferrovia Ionica (Grazia Pellegrino), Società Dante Alighieri (Anna Cantafora), Confindustria (Vincenzo Saggese) e tanti altri piccoli e grandi movimenti che da anni si battono per questa causa.
Chiaramente, vogliamo ringraziare ancora una volta il neo assessore alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, che a tappe forzate sta “combattendo” contro burocrazia, buchi di bilancio e (purtroppo) anche con chi di cambiamento proprio non ne vuol sentire parlare. Un assessore che con tantissima buona volontà e pazienza si sta adoperando a recepire le tante proposte che stanno giungendo dalle associazioni e dai cittadini, riferite in particolare alla linea ferroviaria Jonica, per la quale si è tutti d’accordo, Regione compresa, sul perseguimento di una strategia che porti alla totale eliminazione delle sovrappozioni gomma/ferro, e creazione di sistemi integrati di trasporto. 
Il Prof. Gattuso, “reduce” tra l’altro da due importanti sit-in in difesa della ferrovia Jonica a Crotone e Rossano tenutisi lo scorso sabato, si è inoltre soffermato sugli aspetti che riguardano un po’ meno da vicino la Regione Calabria, come ad esempio l’eliminazione dei binari di incrocio nelle stazioni ferroviarie Joniche (questione per la quale la Regione dovrà far sentire la propria voce con gli amministratori di Rete Ferroviaria Italiana, battendosi per lo sblocco delle oltre 10 stazioni “fermascambiate”), e su proposte riguardanti la stipula del nuovo contratto di servizio tra Regione Calabria e Trenitalia, specificando come sia necessario superare, ad esempio, il paradosso che la stessa società di trasporto faccia il monitoraggio della qualità dei servizi da lei stessa effettuati…con “ovvi” risultati positivi su tutti i fronti.

GAZZETTA SUD 24.10 2

Considerazioni interessantissime, come sempre, anche da parte di Italia Nostra, che punta molto alla valorizzazione della linea ferroviaria Jonica anche come itinerario turistico che possa collegare, via ferro, i tanti poli archeologici posti lungo il versante orientale calabrese. A tal proposito, nel 2016, si spera di poter sperimentare un “Treno della Magna Grecia” da Crotone a Locri e ritorno, anche utilizzando in via sperimentale gli attuali treni Regionali circolanti tra Reggio Calabria e Sibari, permettendo così a comitive (anche studentesche) di visitare due dei più importanti centri archeologici calabresi, includendo anche il tempio di Kaulon a Monasterace.

INCONTRO ASS.TRASPORTI REG. 26 OTT. 2015 5

Per quanto riguarda invece le proposte che noi di Associazione Ferrovie in Calabria abbiamo presentato all’Assessore Musmanno, evitiamo di dilungarci nella descrizione, ed alleghiamo qui di seguito il file pdf all’interno del quale si trovano alcune “linee guida”, che riguardano l’istituzione di un servizio di treni Regionali Veloci da Reggio Calabria a Sibari e vv, e relativi servizi di collegamento bus sulla fascia costiera, esclusivamente di adduzione ai servizi ferroviari. Potrebbe essere questo il primo step, a costo zero, per la creazione di un reale servizio integrato, più funzioanale sia su ferro (dove ci sono margini di miglioramento anche per quanto riguarda i posti a sedere offerti ed il materiale rotabile) che su gomma, istituendo inoltre dei “nodi” ferro-ferro e gomma-ferro nella Locride, a Catanzaro Lido, a Crotone ed a Sibari. Un piccolo contributo “operativo”, che possa dare alla Regione Calabria una base su cui operare in tempi medio/brevi su una tematica che non può più essere rimandata.

PROPOSTA RILANCIO FERROVIA E TPL JONICO

adobe pdf-logo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.