Alta Velocità in Calabria: da Conte l’ennesima conferma negativa


Non c’è limite all’assurdo: mentre nelle ultime onore l’On. Enza Bruno Bossio attraverso un comunicato ha confermato la realizzazione di una nuova linea AV (continuando però a non specificare di che tipologia) tra Salerno e Reggio Calabria, dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte arriva una gigantesca doccia fredda. La cosa tragicomica è che lo stesso Conte dà questa notizia come se fosse in realtà positiva: 2,3 miliardi di Euro dal Recovery Plan per le infrastrutture calabresi. 
Chi conosce i costi di realizzazione di una infrastruttura ferroviaria, già non può non sorridere. 2,3 miliardi sono briciole, peraltro distribuite su TUTTO il sistema infrastrutturale calabrese, non soltanto ferroviario! Ma come si pensa di realizzare una linea ad Alta Velocità con 2,3 miliardi da distribuire per varie opere sul territorio, se soltanto la variante Sapri – Ogliastro della Ferrovia Tirrenica Meridionale arriva a costare 3,7 miliardi di euro (clicca qui per i dettagli , da studio CIFI), stessa cifra stimata per l’eventuale quadruplicamento Rosarno – Villa San Giovanni? E appunto, parliamo di singole varianti di tracciato, non di una nuova linea ferroviaria da Salerno a Reggio Calabria, che, conti alla mano, è impossibile costi meno di 20 miliardi di Euro.
Come stanno, perciò, le cose? Noi non lo sappiamo ancora: possiamo solo basarci, in modo puntuale, su quello che comunicano e scrivono le istituzioni e le figure politiche del Governo in carica, e sulla base di questo, numeri alla mano, trarre le nostre (e non solo nostre) conclusioni. Attendiamo quindi delucidazioni dagli organi preposti, anche se lo scenario che si sta delineando, al netto di tanti annunci vuoti, è ormai tristemente chiaro: Alta Velocità di Rete per la Salerno – Reggio Calabria, ovvero semplice velocizzazione dell’attuale linea ferroviaria Tirrenica.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.