Nuovi treni Stadler per Ferrovie della Calabria

Prosegue il processo di rinnovamento del materiale rotabile di Ferrovie della Calabria e del rilancio della storica vocazione ferroviaria dell’azienda. L’azienda infatti, tramite comunicato stampa, annuncia che “è stato firmato il contratto per l’acquisto di quattro nuovi convogli a due casse, prodotte dalla Società svizzera Stadler. Grazie al finanziamento della Regione Calabria, che ha reso possibile l’acquisto delle automotrici, Ferrovie della Calabria amplierà la dotazione dei convogli per l’esercizio del trasporto ferroviario sulla linea Cosenza-Catanzaro Lido. Nei mesi scorsi erano già giunti due convogli a doppia cassa ad aderenza mista, sempre di produzione Stadler, per i quali sono in corso le procedure di autorizzazione all’immissione in servizio da parte di Ansfisa. Gli stessi, a conclusione dei lavori in corso per il raddoppio della tratta e la realizzazione della nuova bretella verso la stazione FS di Catanzaro, nella zona di Germaneto, connetteranno anche il Policlinico universitario e la Cittadella regionale. Le automotrici oggetto del nuovo contratto giungeranno sui binari di Ferrovie della Calabria tra poco più di due anni e contribuiranno al necessario ricambio imprescindibile dei propri treni che la società ha programmato. Ferrovie della Calabria e l’Amministratore Unico si stanno adoperando affinché, anche con il supporto della Regione Calabria e del Ministero della Infrastrutture e Trasporti, si possa procedere all’ordine di ulteriori 10 convogli, anche eventualmente a tre casse, già opzionati alla Stadler sulla base della gara aggiudicata”. “I nuovi mezzi acquistati, dal design più moderno ed accattivante rispetto ai precedenti sono convogli a due casse, diesel-elettrici a scartamento ridotto ad aderenza naturale con 100 posti a sedere e 100 in piedi, dotati di moderni motori diesel a bassissima emissione per la salvaguardia dell’ambiente”. 
Com’è possibile notare dai primi render diffusi dalla Stadler, i convogli confermano la presenza di ampie vetrate panoramiche ma presentano un design delle cabine totalmente nuovo rispetto ai già esistenti DE M4c 500, ed anche la livrea potrebbe essere differente rispetto alla bianco-azzurra attuale (anche se, storicamente, le livree presentate nei render non hanno poi avuto seguito e si è optato per diverse colorazioni). Ma l’aspetto ben più importante, che proietta Ferrovie della Calabria nel futuro, è la presenza a bordo dei nuovi convogli, già installato in fabbrica, del sistema di sicurezza SCMT per il controllo costante della marcia del treno, sistema che gradualmente verrà implementato lungo la linea ferroviaria con i relativi sottosistemi di terra ed a bordo del materiale rotabile già in esercizio.  Il contratto prevede un programma di manutenzione a servizio completo e pezzi di ricambio. Come Associazione Ferrovie in Calabria esprimiamo quindi tutta la nostra soddisfazione per questa notizia giunta peraltro quasi “a sorpresa”, che rappresenta un punto di svolta per questa storica azienda di TPL calabrese, e soprattutto inizia a concretizzarsi quel piano di rinnovo integrale del materiale rotabile, atteso ormai da oltre dieci anni: va sottolineata inoltre la valenza polifunzionale di questi convogli che, essendo attrezzati per il trasporto di biciclette e sedie a rotelle come tutti i rotabili di ultima generazione, potrebbero essere facilmente adattati anche per il trasporto di sci e con implementazione di sistemi wi-fi, al fine di realizzare il progetto che da anni proponiamo, ovvero il Sila Express, un moderno convoglio turistico che collegherà Cosenza con San Giovanni in Fiore e si integrerà con il Treno della Sila, quando l’intera Ferrosilana tornerà percorribile.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.